-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 13 maggio 2016

Il paradosso di Abilene (e due occasioni Bonus Cap)


Una notizia prima di iniziare. Ho ristampato Professione Trader, trasformare il trading in una professione. 496 pagine finalmente nuovamente disponibili dopo anni in cui la vecchia edizione era esaurita. Potete richiedere informazioni scrivendo atraderpedia@gmail.com o collegandovi al nuovo portalewww.professionetrader.com
 
IL PARADOSSO DI ABILENE
La storia che sto per raccontarvi contiene un paradosso noto come “il paradosso di Abilene”. Nella sostanza descrive una situazione in cui le persone prendono una decisione contraria agli interessi di tutti i partecipanti al gruppo. Questo avviene per mancanza di comunicazione chiara facendo credere, a ogni partecipante del gruppo, di avere una preferenza contraria a quella della maggioranza. Così nessuno solleva obiezioni e si ha la massima insoddisfazione con il minimo sforzo.

LA STORIA
Una tranquilla famiglia americana composta da una ragazza, dal marito e dai genitori di lei, stava trascorrendo un afoso pomeriggio estivo a Coleman nel Texas, in una bella casa con giardino, aria condizionata e piscina. Erano in veranda e giocavano a carte. In un momento in cui la conversazione languiva, il suocero se ne uscì con un "Che ne direste di andarcene tutti a cena ad Abilene?" La ragazza, per compiacere il padre, subito disse "Mi pare una bella idea!". Il marito, che pensava alle oltre 50 miglia da passare alla guida con quel caldo, ma non voleva contrastare il suocero, disse alla suocera "Se anche tu sei d'accordo potremmo metterci in macchina". E la suocera "Certo che vengo volentieri, è da parecchio che non vado ad Abilene."
Detto fatto si misero in cammino. Il viaggio fu caldo, polveroso, e con molto traffico. Ad Abilene cercarono una pizzeria per mangiare e dopo vari giri per trovare un parcheggio finirono in una trattoria messicana dove mangiarono male e spesero uno sproposito. Sulla via del ritorno bucarono una gomma e stentarono a trovare una stazione di servizio che li aiutasse. Dopo quattro ore si ritrovarono a casa accaldati, stanchi e delusi. Erano sdraiati sui divani e il vecchio azzardò ambiguamente "È stato un bel tragitto!". La suocera disse che avrebbe preferito rimanere a casa ma che non voleva raffreddare l'entusiasmo degli altri. Anche il marito disse che aveva accettato solo per compiacere gli altri tre. La ragazza aggiunse "Dovevamo essere pazzi a metterci in macchina con questo caldo!". Concluse il suocero "Io l'ho proposto perché mi sembravate annoiati."


Morale: l’essere umano tende ad adeguarsi alla volontà del gruppo. Tende a conformarsi al gruppo e a non porsi troppe domande, se lo fanno tutti, dopotutto, ci sarà un motivo. Paradossale, alla fine non voleva andare nessuno ad Abilene e ci sono andati tutti.
Nel trading il paradosso di Abilene quanto conta il pensiero dominante? Di gruppo? Quante domande ci si pone e di che qualità in una bolla speculativa? Sono riflessioni interessanti, certo è che nelle fasi di massimo sono tutti positivi e nelle fasi di minimo tutti negativi. Eppure a un certo punto l’equilibrio si rompe e inizia un nuovo trend.

La fase attuale del mercato Italiano è definibile come un “macro congestione volatile”, è difficile per il multiday, molto difficile. E’ inutile negarlo giocando a fare i fenomeni, questi movimenti spiazzano ogni gestione di posizione che vede, ragionevolmente, saltare gli stop loss di protezione. Come amo ripetere però, tutto, anche questo aspetto del nostro mercato, contiene una dose di veleno e una dose di medicina. E’ infatti una manna per l’intraday con veloci movimenti e un inferno, appunto, per il multiday.

Parlando di FTSE MIB 19.000 è l’assodata ed evidentissima resistenza di medio periodo, mentre 18.000 è la resistenza di breve, il grafico giornaliero ci ha sbattuto diverse volte. 18.000 darà grandi soddisfazioni in intraday nelle prossime giornate /settimane, e tuttavia questo è un ambiente da swing trading dove conviene comprare i supporti e vendere le resistenze. I prossimi supporti interessanti sono 2. 17.000 (circa) e 17.400 dove passa la trendline che unisce gli ultimi 2 minimi importanti, quelli di febbraio e marzo. Se rimbalzo dev’esserci vale la pena pianificarlo a 17.400, prima in intraday e poi in multiday eventualmente,

Servono chiusure sui massimi per validare il rimbalzo, forza, orsi in affanno. Tutte cose che per ora non ci sono. Ma il paradosso di Abilene insegna che non sempre adattarsi al pensiero (supposto) dominante paga.
Attendere la rottura di 19.000 per entrare è troppo rischioso, a 17.400 ci si può provare, a 17.000 pure, poi tutto lo scenario operativo dovrà essere riaggiustato. La domanda alla quale rispondersi è semplice: gigantesca accumulazione in atto (16.000 – 19.000 – 17.000 – 19.000 – prezzi attuali) o distribuzione?

Al solito la domanda è facile ma la risposta non lo è poiché comporta conseguenze sul portafoglio. Io propendo per la prima ipotesi. Immagino l’insacco ma sostanzialmente una gigantesca accumulazione, una macro congestione volatile appunto.
Abilene insegna. Bisogna chiedere al mercato dove vuole andare e predisporsi al cambiamento. Ma prima occorre immaginare, vogliamo andare ad Abilene?

No Pain, no Gain.
Ci riprovo con Saipem. Ho un conto aperto con questo titolo, e se una lezione l’ho ben appresa è che ben difficilmente comprerò ancora certificati con sottostanti in odore di aumento di capitale. Ma questo non deve precludere qualche trade su un titolo che mi ha bastonato, in particolare in un mercato dove i rendimenti sono nell’ordine dello 0,00 se non negativi.
Il titolo quota 0,3855 e dopo un tracollo incredibile sembra aver costruito una base abbastanza solida. Ci vado con i piedi di piombo e seleziono un paio di certificati.
La tesi di fondo vede il titolo in lateralità o leggero ribasso per i prossimi mesi, non mi aspetto quindi profondi e nuovi affondi ribassisti. Ma mi voglio cautelare e scelgo delle barriere adeguate.

Il primo certificato lo trovate a questo LINK.
Bonus cap, barriera a 0,1767 , quota 104 e ha un bonus a 117,5. La scadenza è al 15/12/2017, il che equivale a un 13,7% di bonus a fronte di una barriera del 52% dai prezzi attuali. E’ della serie “no pain, no gain” perché non escludo che nuovi tracolli del petrolio possano avere ripercussione sulla quotazione di Saipem, certo che un 52% da questi livelli è una buona barriera. Il rendimento potenziale annuo è dell’8,41%.

Ho però un altro certificato da segnalare a questo LINK.
Qui non si scherza. Il rendimento potenziale è del 17,77% (16,14% su base annua) con scadenza anticipata rispetto al certificato precedente. 13 giugno 2017, poco più di 1 anno. Barriera a 0,2297 (38% di distanza), bonus a 116,5 e prezzo a 99,5.
 
Due prodotti molto diversi tra loro quanto a rendimento atteso, la barriera e il tempo divergono quel tanto da rendere interessante un acquisto multiplo di entrambi. Con parsimonia, da vecchi avari e pronti all’insacco. Usare stop loss su queste strategie non ha senso, la vera protezione si ha nell’investire poco su ogni singolo strumento.
  
L’ANGOLO ZEN
Pagina Tradepedia Zen su Facebook: https://www.facebook.com/Lo-Zen-e-la-Via-del-Trader-Samurai-1507943786185653/?ref=hl
 
Due strade.
 
Due strade divergevano in un bosco d’autunno
e dispiaciuto di non poterle percorrerle entrambe,
essendo un solo viaggiatore, a lungo indugiai
fissandone una, più lontano che potevo
fin dove si perdeva tra i cespugli....
Poi presi l’altra, che era buona ugualmente
e aveva forse l’aspetto migliore
perché era erbosa e meno calpestata
sebbene il passaggio le avesse rese quasi uguali.
Ed entrambe quella mattina erano ricoperte di foglie
che nessun passo aveva annerito
oh, mi riservai la prima per un altro giorno
anche se, sapendo che una strada conduce verso un’altra,
dubitavo che sarei mai tornato indietro.
Questa storia racconterò con un sospiro
Chissà dove tra molto tempo:
Divergevano due strade in un bosco, e io...
Io presi la meno battuta,
E di qui tutta la differenza è venuta.
Robert Frost

Commento:
Quale scegliere?
 
LO ZEN E LA VIA DEL TRADER SAMURAI è disponibile in formato cartaceo. Se volete chiederne una copia una mail a traderpedia@gmail.com Per informazioni collegatevi al nuovo portale www.professionetrader.com
 
 
VARIE
1) Il gruppo FB che amministro, Traderpedia - Gruppo di discussione sul trading è stato creato per discutere di analisi tecnica e di questa rubrica. Iscrivetevi se volete aggiornamenti della rubrica in real time o se semplicemente volete discutere di analisi tecnica, siamo già 4.752 https://www.facebook.com/groups/traderpedia/
 
Potete contattarmi alla mail: stefano.fanton@traderpedia.it o scrivendomi sul mio profilo facebook.
 
 
Autore: Stefano Fanton

Nessun commento:

Posta un commento