-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 13 maggio 2016

Check-up sul segnale di breve del Dollaro

Arriva un momento di verifica della recente capacità di apprezzamento del Dollaro.
L’osservazione riguarda il segnale di breve e dunque la compagine grafica giornaliera di alcuni cross con il Dollaro Usa e del Dollar Index, tralasciando in questo aggiornamento le considerazioni che afferiscono al quadro settimanale degli stessi.
Di interesse per l’epilogo di sessione odierna le rilevazioni sul cambio Eur/Usd e sul Dollar Index, utili a confermarne o meno le indicazioni direzionali giornaliere rispettivamente in corso.
 
Dollar Index in grafico giornaliero
 
Il parametro che compete al segnale di apprezzamento in corso è posto a 94,265, chiusura di martedì 10 maggio. Il tentativo di stamane da parte del Dollar Index di allungo al rialzo oltre l’area di avanzamento del 10/5, nel caso non fosse in grado di produrre una chiusura sopra 94,265 per oggi, aprirebbe all’osservazione per una possibile revisione − soggetta al consueto controllo di esecutività − dell’indicazione rialzista di breve.
 
Usd/Yen in grafico giornaliero
 
Alla chiusura intraday a 8 ore di stamane (alle 7:00 cet), a 108,83 ha avuto epilogo l’indicazione rialzista sul cambio, in corso dai 106,55 del 3/5.
L’indicazione rialzista, a questo punto, verrebbe ripristinata in area 109,40.
Si vedrà già dalle prossime frazioni intrday quale vocazione affianchi il segnale di debolezza intervenuto stamane, se da decifrare – piuttosto − come solo promotore di una fase di riflessione sul cambio, in cui i livelli dinamici assolvono alla missione di contenimento rispetto alle istanze di arretramento del cambio.
La configurazione attuale, in caso di ripristino rialzista sopra 109,40 assegnerebbe un percorso di ulteriore apprezzamento interessante nell’entità, additando figura 111, a recupero dell’area target ideale collegata al Modello di InverTrend rialzista che ad inizio maggio ha per primo illuminato il percorso rialzista del cambio.
 
 
Cambio Usd/Yen: grafico giornaliero – Trend/segnale in corso  − fonte grafico:Marketscope 2.0 – FXCM Italia
Usd/Chf in grafico giornaliero
 
Rispetto ad una indicazione rialzista in quadro giornaliero che rimane formalmente in vigore, il cambio ha effettuato nella prima parte di questa settimana un test del livello dinamico più ampio – la media trimestrale dei prezzi – ora in transito in area 97,50.
La vicinanza dell’obiettivo ideale associato all’InverTrend che il 3 maggio (a 95,41) ha elaborato la proposta rialzista, il fatto inoltre che il livello di protezione del segnale rialzista rimane ancorato al distante prezzo di 94,40, depongono in favore di una presa di profitto parziale sul cambio, ancorando la valenza di una parte del segnale rialzista all’attesa di nuove indicazioni di calibro giornaliero o alle indicazioni di scala grafica inferiore, tra cui privilegiare quella a 8 ore, in un’ottica insomma di money e management del segnale giornaliero in corso.
 
 
 
 
Cambio Usd/Chf:  grafico giornaliero – Trend/segnale in corso,  − fonte grafico:Marketscope 2.0 – FXCM Italia
Eur/Usd in grafico giornaliero
 
Tra i cambi qui osservati l’Eur/Usd è quello in cui l’indicazione di breve (in grafico giornaliero) pro-Dollaro è arrivata più tardi, lunedì 9 maggio, con l’attraversamento al ribasso di 1,1385, dopo 4 sedute di arretramento parziale, in cui tuttavia si è manifestata ancora una certa indole alla resistenza della Moneta Unica di fronte alle insistenze del Dollaro.
In riferimento alla dinamica odierna del cambio, quella osservata è l’area di chiusura di giornata, che, ove cadesse sopra 1,1370 confezionerebbe un InverTrend rialzista preliminare, soggetto − nel caso − al consueto controllo intraday per la sua entrata in esecuzione.
Nessuna novità nei parametri del segnale di breve invece con chiusura odierna del cambio sotto 1,1370.
 
 
 
Cambio Eur/Usd: grafico giornaliero – Trend/segnale in corso  − fonte grafico:Marketscope 2.0 – FXCM Italia
 
Autore: Giacomo Moglie  www.selftrading.it/

Nessun commento:

Posta un commento