-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 12 maggio 2016

Bond News: Euromacro


Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
In Germania l'Ufficio di Statistica Destatis ha comunicato che l'Indice dei Prezzi all'Ingrosso (Wholesale Price Index) nel mese di aprile e' aumentato dello 0,3% su base mensile, oltre le attese fissate su un decremento dello 0,2% ma in linea al dato precedente.
Su base annuale il WPI e'sceso del 2,7%.
L'INSEE ha reso noto che in Francia l'indice armonizzato dei Prezzi al Consumo e' cresciuto dello 0,1% ad aprile, in linea con le attese ma in calo dal +0,7% rilevato a marzo. Rispetto ad un anno fa l'indice armonizzato e' diminuito dello 0,2%, dal -0,1% della rilevazione precedente.
La Bank of England ha mantenuto invariati allo 0,5%, all'unanimità del Board, i tassi di interesse, confermando anche il proprio programma di acquisto di Asset a 375 miliardi di sterline.

Rivista tuttavia la stima del Pil per il 2016 al 2% dal 2,2% della stima di febbraio a causa delle prospettive globali più fosche e conseguentemente al ribasso dei prezzi del petrolio. Sale lievemente invece la stima dell'inflazione a due anni, al 2,07% dalla proiezione di febbraio pari al 2,05%.
In Grecia il tasso di disoccupazione si è attestato a febbraio al 24,2%, in linea con le attese degli analisti ed in leggero calo rispetto al 24,4% di inizio anno.
La Norges Bank, istituto centrale della Norvegia, ha lasciato invariati i tassi d'interesse ai minimi dello 0,50% dopo averli tagliati in marzo di 25 punti base dallo 0,75% raggiunto nel settembre dello scorso anno.

Secondo il governatore Oystein Olsen i recenti sviluppi non hanno modificato sostanzialmente l'outlook diffuso in occasione del precedente meeting, in cui l'istituto centrale aveva lasciato la porta aperta a ulteriori politiche di alleggerimento che non escludono il ricorso a tassi in negativo, a fronte del pesante impatto del declino dei corsi del petrolio sull'economia di Oslo.
Proprio il recente recupero del greggio, per altro, potrebbe ridurre l'incertezza e aiutare la crescita della Norvegia.
La Produzione Industriale di marzo nell'area UE è apparsa in calo dello 0,8% su base mensile come comunicato da Eurostat. Gli analisti si attendevano un incremento dello 0,1%.

Su base annuale il dato ha fatto invece registrare un incremento dello 0,2%.
L'Ufficio di Statistica Ungherese ha reso noto il dato sulla Produzione Industriale di marzo, valore apparso in calo del 2,4% su base annuale, in linea con le attese degli analisti. Si tratta del primo calo da giugno 2013.
Aste in Europa:
- Il tesoro ha collocato oggi Btp a 3, 7, 15 anni e un "off-the-run" con vita residua 14 anni per complessivi 7,473 miliardi di euro.
I bond con scadenza 15-04-2019 (isin IT0005177271) sono stati assegnati per 2,25 miliardi di euro contro richieste per 3,545 miliardi (bid to cover 1,58) con un rendimento dello 0,04% (-0,01% rispetto all'asta precedente. I Btp con scadenza 15-03-2023 (isin IT0005172322) sono stati assegnati per 2,723 miliardi contro richieste per 3,737 miliardi (bid to cover 1,37) con un rendimento dello 0,87% (+0,06% rispetto all'asta precedente).

I Btp con scadenza 01-03-2030 (isin IT0005024234) sono stati assegnati per 1 miliardo di euro contro chieste per 1,64 miliardi (bid to cover 1,64) con un rendimento dell'1,90% (+0,19% rispetto all'asta precedente. I Btp con scadenza 01-03-2032 (isin IT0005094088) sono stati assegnati per 1,5 miliardi di euro contro richieste per 2,072 miliardi (bid to cover 1,38) con un rendimento dell'1,99% (+0,15% rispetto all'asta precedente).
In crescita i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 303.881 miliardi di euro, dai 299.885 milioni della lettura precedente. Salgono a 230 milioni di euro i prestiti marginali dai 143 milioni di euro precedenti.
Spread BTP/Bund a 142 punti base nel pomeriggio.

Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta all'1,57%.
Deboli i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future scende a 163,84 punti (-0,21%) ed il Bobl future si attesta a 131,42 punti (-0,02%).
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento