-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 27 maggio 2016

5 dividendi da regalare. O regalarsi


A volte ci si trova in difficoltà nello scegliere un regalo, soprattutto se chi lo deve ricevere è particolarmente giovane. Volendo assicurare un "futuro" o comunque una rendita, perchè non prendere in considerazione una serie di azioni?

International Paper (IP) 

Il punto forte di quest’azienda, sottolinea Vita Nelson, è la posizione dominante nel settore della carta e degli imballaggi, una posizione da leader a livello globale, confermata anche dalle cifre: 23 miliardi di dollari di vendite annuali e una capitalizzazione di mercato di circa 16,5 miliardi di dollari.

Il dividend yield al 4% rappresenta un ulteriore fattore di appetibilità che rende il titolo un gradito regalo per chi vuole puntare a una rendita praticamente sicura, ancora di più se si pensa che la cedola è stata aumentata per 6 anni consecutivi con l’ultimo aumento di ben il 10%.

General Mills (GIS) 

La società specializzata in alimentari vanta il pagamento di un dividendo per oltre 114 anni, senza mai un taglio ma, anzi, un aumento registrato per circa 12 anni consecutivi.

Dalla sua parte anche grandi marchi in un settore, quello degli alimentari, appunto, in cui la certezza della “necessità” del prodotto rappresenta senza dubbio un punto di forza.

Johnson & Johnson (JNJ) 

Società leader nel mondo dei prodotti per l’igiene della persona e i dispositivi medici, ha una capitalizzazione di mercato di circa 280 miliardi di dollari.
Il suo dividendo è stato aumentato per oltre 53 anni consecutivi il che rende il titolo un marchio tra i più conosciuti nel club degli “Aristocratici” ovvero quelle azioni che hanno aumentato il premio agli azionisti per più di 25 anni consecutivi.

ExxonMobil (XOM) 

Stando al report della Nelson è la più grande società petrolifera con i suoi 333.000.000.000 di dollari, ha continuato a registrare in passato i profitti più alti tra le altre società a stelle e strisce.

Una situazione che le ha permesso di gestire al meglio anche la crisi del petrolio senza dover intaccare i dividendi in rialzo per oltre 33 anni consecutivi.

Aqua America (WTR)  

In questo caso ci si sposta in toto sul panorama statunitense con una società che è cresciuta attraverso l'acquisizione di Philadelphia Suburban.
L'analisi mette in evidenza la strategia della società che si basa sull’acquisizione di alcune società idriche in difficoltà e sulla gestione delle acque reflue nella zona che va dal Maine alla Florida e negli stati del Midwest statunitensi.

Da un punto di vista strettamente finanziario, la società è vicina al club degli Arisotcratici avendo aumentata la sua cedola per 24 anni consecutivi. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento