-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 20 maggio 2016

3 azioni a rischio Fed... o panic selling


La Federal Reserve potrebbe creare qualche problema a più di una società a stelle e strisce. Eccone tre che sarebbe bene monitorare. 

Boeing  (BA)

Il crollo delle azioni della società aerea è stato creato da un mix di fattori.
Prima di tutto dalle indicazioni fornite dall’intero settore delle compagnie aeree che, come sottolinea Anthony Mirhaydari,
 avvisano su un generalizzato calo della redditività oltre ai già noti margini sotto pression.

Sullo sfondo i recenti fatti di cronaca che hanno riacceso i timori di un terrorismo sempre più diffuso e insidioso. 

Procter & Gamble Co (PG)

In questo caso gli investitori si preoccupano per i numeri interni dei consumatori degli Stati Uniti: la causa scatenante, stando al report di Mirhaydari, è un rialzo dei prezzi della benzina e dei trasporti in generale oltre a un rinfocolarsi della concorrenza in arrivo da marchi come Amazon il quale ha recentemente annunciato di voler entrare nel private label con una sua etichetta che andrà a fare concorrenza su un settore in crescita.  Non solo ma lo scorso aprile, P&G ha registrato un calo del 3% anno su anno  e un -6,9% sui ricavi a causa di un aumento della spesa pubblicitaria, un tax rate più elevato e nuovi venti contrari sul cambio valutario.

Target Corporation (TGT)


In questo caso le azioni del più grande rivenditore privato a stelle e strisce dopo WalMart, devono combattere contro i numeri.

Mirhaydari
 evidenzia nella sua analisi un calo del 7,7%, -19% dai massimi di aprile, dopo aver registrato un calo delle vendite dell’1,2% anno su anno. Pessimismo anche sulle prospettive future con un utile per azione nel secondo trimestre che dovrebbe oscillare tra 1,00 e 1,20 dollari per azione contro le proiezioni degli esperti che parlavano di 1.36 dollari. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento