-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 6 maggio 2016

3 azioni per “Riposare in Pace”. In tutti i sensi


Il punto di partenza è molto semplice: se è vero che la gente potrà fare a meno di gadget e altro ma mai del cibo, è anche vero che un’altra cosa è certa: la Morte. E il business che ruota intorno ad essa.

Service Corporation International (SCI)

Fondata nel 1962, la società viene definita dal report di Josh Enomoto, come "il più grande fornitore di servizi funebri e cimiteriali del Nord America”.

Punto a favore è l’ampia rete di servizi che vanno dalla capacità di sepoltura standard e dalle varie opzioni, fino alla progettazione personalizzata del monumento funebre. Un elemento non di poco conto considerando il momento delicato che la famiglia si trova ad affrontare e durante il quale solitamente non si è in grado di provvedere sul momento.  
Dal punto di vista del portafoglio Enomoto rileva che la Service Corp.
ha acquistato nel 2011 una quota di maggioranza The Neptune Society, Inc a sua volta il più grande fornitore di servizi di cremazione negli Stati Uniti. In questo caso il vantaggio è duplice per entrambi: per Neptune si può sfruttare, come detto una serie di servizi offerti da Service Corp, dall’altra parte la cremazione stessa risulta essere meno costosa per le famiglie.

Un punto di vista che se per la società lima le entrate, dall’altra è facilmente superata dall’ampio bacino coperto. Da un punto di vista strettamente finanziario negli ultimi tre mesi, gli azionisti dell’azienda hanno potuto sfruttare una crescita del 18%.

Carriage Services, Inc.
(CSV)

L’azienda ha sede a Houston, in Texas, e offre un servizio di onoranze funebri più mirato e quantitativamente più piccolo rispetto alla precedente. Per questo motivo, nell’analisi diEnomoto potrebbe essere un abbinamento complementare da prendere in considerazione.

Dal 2004 ha intrapreso una politica improntata maggiormente verso la valorizzazione del proprio brand e del servizio offerto, una scelta che premierebbe un contrappeso molto forte nella guerra della competitività, guerra che Carriage Services vincerebbe sul fronte della qualità offerta.
Le prime conferme arrivano dai conti con una  crescita che è in costante crescita sia sul fatturato annuale che riguardo ai margini di redditività che sono notevolmente superiori alla media del settore. Unico neo: un debito ancora molto alto.

Hillenbrand, Inc.

(HI)

In realtà il nome Hillenbrand riguarda una realtà molto più ampia rispetto a quella presa in esame da Enomoto dal momento che si occupa in generale di produrre e vendere prodotti e servizi aziendali.
Hillenbrand è costituito da più società controllate che convogliano all'interno di due piattaforme di business ed è proprio su una di queste che si concentra l’attenzione, nello specifico di Batesville Casket Company che produce bare e urne di cremazione, oggetti commemorativi.

Come conferma anche l’analisi negli ultimi mesi, Wall Street ha avuto un atteggiamento molto favorevole verso le azioni della società, in crescita dell’11% dall'inizio di febbraio. 

Matthews International Corp (MATW)

In questo caso si parla di un pezzo di storia dal momento che la data della fondazione risale al 1850.
Ma è anche la società con la diversificazione più ampia delle 4 esaminate. Specializzata in monumenti di bronzo e granito ma anche nella produzione di bare e urne oltre a offrire alla sua clientela anche soluzioni di marketing e forniture di beni durevoli. Sebbene, come fa notare Enomoto lo scopo principale della società sia quello di ottimizzare quanto la sua complessa e vasta rete aziendale offre, si è ancora lontani dai quegli ottimi  margini di redditività raggiunti durante la fine degli anni 2000.

Inoltre, una zavorra non indifferente è rappresentata dai livelli di debito in costante aumento. A suo favore, però, arriva la bella notizia di un free cash flow sostenibile e sano: con l’aiuto di un migliore controllo delle spese potrà aiutare l’azienda a migliorare un trend già di per sè positivo come dimostra il 9% registrato a Wall Street negli ultimi tre mesi.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento