-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 8 aprile 2016

Stavolta scende anche Wall Street


La Borsa americana non conferma la buona seduta della vigilia e torna a scendere, d’altronde a Wall Street si può chiedere tanto, ma non i  miracoli, se Mario Draghi arriva a parlare di shock sui mercati, beh! Non si può restare indifferenti.
In una simile situazione è chiaro che il mercato si rifugi nei Treasuries, scesi sul livello più basso degli ultimi due mesi, mentre l’oro ha guadagnato un punto percentuale ed il petrolio lo ha perso.
Naturalmente il contesto ha penalizzato il settore bancario, anche se è difficile in una giornata simile trovare chi si sia salvato dalle vendite.
Sul mercato valutario da segnalare l’escursione del dollaro fino a quota 1,145 contro euro per poi terminare la giornata a 1,137.
Da varie case d’investimento, poi sono arrivati downgades un po’ su tutti i settori, da segnalare quelli su Apple e Verizon.

In positivo la trimestrale di Bed Bath & Beyond.
Dow Jones (-0,98%) tre soli i titoli che si sono salvati dalle vendite, si tratta di United Technologies (+0,52%), McDonald’s (+0,49%) che ha avuto l’ardire anche in una giornata come quella odierna di ritoccare nuovamente il proprio record storico e 3M Company (+0,21%) che lo ha solo sfiorato
Pesanti i ribassi di Goldman Sachs (-3,08%), Verizon (-2,84%) e JP Morgan (-2,53%).
S&P500 (-1,20%) Southern Company (+0,62%), Starbucks (+0,56%) ed Exelon (+0,12%) restano al di sopra della parità
Facile prevedere il fondo della classifica: Citigroup (-3,80%), Bank of New York Mellon (-3,52%) e Bank of America (-3,17%).
Nasdaq (-1,47%) pochi i guadagni: Cerner Corp (+1,36%), Express Scripts (+1,35%) e Vodafone (+1,08%)
Forti storni per Alexion Pharma (-5,73%), Vertex Pharma (-5,49%) ed eBay (-5,23%).
Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro
Autore: Giancarlo Marcotti Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento