-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 21 aprile 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Unicredit
Unicredit (+4,61%) in ripresa dopo la pausa di ieri.
Il titolo resta tuttavia al di sotto della resistenza a 3,46, 50% di ritracciamento del ribasso avviato a marzo. Sarà pertanto possibile miglioramento del quadro di medio breve termine solo oltre questo ostacolo, per obiettivi a 3,70 almeno. La mancata rottura di questa resistenza potrebbe invece comportare nuovi cali che potrebbero anche far saltare i supporti a 2,77 per target negativi ipotizzabili a 2,25/2,30, minimi di luglio 2012.


-Target: 3,70 euro 
-Negazione: 2,77 euro
-RSI (14): neutrale
CNH Industrial
CNH Industrial (+3,46) si allunga oltre la media mobile a 200 giorni in transito poco sopra, a 6,50 circa, creando cosi le premesse per un allungo verso obiettivi anche superiori ai 7 euro.
Solo il perentorio ritorno sotto 5,95 cancellerebbe il recente segnale di forza anticipando un nuovo affondo in area 5,60/5,66. 

-Target: 7 euro
-Negazione: 5,950 euro
-RSI (14): neutrale
Iren
Iren (-0,38%) prova a uscire dalla fase laterale in cui era compressa da settimane, per poi rientrarvi in chiusura di seduta.

Una fase sviluppatasi sopra le ex resistenze a 1,50. Fintanto che questo riferimento resterà intatto sarà lecito credere che il titolo stia raccogliendo nuove energie per prolungare l'uptrend verso obiettivi 1,69 e a 1,77 circa, lato alto di un canale disegnato dai minimi del 2014. Sotto 1,50 possibili invece ripiegamenti più estesi verso 1,38 e 1,30.
-Target: 1,77 euro
-Negazione: 1,50 euro
-RSI (14): neutrale
A2a
A2A (+1,82%) rompe gli indugi e prova ad allontanarsi dalla media mobile a 200 giorni superata all'inizio di aprile a 1,16.

La permanenza al di sopra di questo riferimento e la rottura netta dell'ostacolo successivo, a circa 1,20, quota pari la 61,8% di ritracciamento del ribasso dai top di dicembre, getterebbero le basi per un allungo a 1,26, poi proprio su tali massimi a 1,367. Sotto 1,16 atteso invece un test dei fondamentali supporti a 1,08 circa.

-Target: 1,26 euro
-Negazione: 1,08 euro
-RSI (14): neutrale
ACSM-AGAM
ACSM-AGAM (+1,25%) è al terzo tentativo in pochi giorni di superare i massimi dello scorso autunno a 1,64/1,65. Dopo la corsa realizzata ad aprile, il titolo potrebbe tuttavia aver bisogno di ricaricare le energie per scardinare tali ostacoli e rilanciare l'uptrend di lungo corso verso target ipotizzabili a 1,90 circa.

Flessioni sotto 1,55 potrebbero rinviare la realizzazione di tali obiettivi, prospettando un approfondimento verso 1,44/1,45 almeno. 

-Target: 1,90 euro
-Negazione: 1,55 euro
-RSI (14): neutrale
Stmicroelectronics
Stm (-0,96%) inverte la rotta senza tuttavia cancellare il segnale rialzista recentemente scattato con il superamento dei 5 euro.
Il titolo resta dunque in pista per traguardare i 5,525, massimo di inizio marzo, ed eventualmente area 6,40/6,50. Prezzi che al contrario non riuscissero a spingersi oltre area 5,50 potrebbero dar vita a una nuova fase di debolezza che potrebbe travolgere i supporti a 4,50 per target negativi a 4,35.

Sotto questi livelli via libera verso i bottom di novembre 2012 a quota 4,20. 
-Target: 5,525 euro
-Negazione: 4,50 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento