-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 5 aprile 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
A2a
Prova di forza per A2A (+1,78%) che in avvio di ottava tenta di lasciarsi alle spalle area 1,10 euro puntando in direzione di obiettivi a 1,18/1,20 almeno e successivamente verso quota 1,26.

La permanenza al di sopra della linea che sale dai minimi di febbraio, riferimento a circa 1,08, dovrebbe garantire la realizzazione di tali attese. Diversamente non potrà escludersi un test dei fondamentali supporti a 1,03/1,04. 
-Target: 1,26 euro
-Negazione: 1,08 euro
-RSI (14): neutrale
Banco Popolare
Banco Popolare (-7,37%) in caduta libera raggiunge i primi target negativi a 5,21 circa e minaccia di estendere il ribasso fino a quota 4,00.
La presenza dell'ipervenduto sui principali oscillatori grafici potrebbe favorire reazioni nel breve termine, senza tuttavia modificare il quadro grafico spiccatamente negativo. Segnali di lieve miglioramento oltre 6,30 per obiettivi a 7,40/7,60.
-Target: 7,60 euro
-Negazione: 5,20 euro
-RSI (14): ipervenduto
Mediaset
Avvio di ottava positivo per Mediaset (+2,29%) in pressing sui massimi della scorsa ottava a 3,70 circa.

Il titolo potrebbe ancora ambire al ritorno in area 4,00, target del testa e spalle rialzista disegnato negli ultimi mesi, con target intermedi a 3,70/3,74. Nella direzione opposta solo il ritorno sotto area 3,30 esporrebbe il titolo al rischio di nuovi cali diretti al test di 2,77 e 2,50 euro circa.
-Target: 3,70 euro
-Negazione: 3 euro
-RSI (14): neutrale
Finecobank
Finecobank (-2,01%) arretra dopo essersi scontrata la scorsa ottava con la linea che scende dai massimi della scorsa estate, a 7,50 circa, un riferimento strategico in ottica di medio lungo termine.

La permanenza al di sopra di area 7, media mobile a 100 giorni e linea che sale dai minimi di febbraio, permette comunque di continuare a sponsorizzare l'ipotesi rialzista per obiettivi sui massimi dello scorso agosto a 7,87. Sotto area 7 preludio invece a una rivisitazione dei supporti a 6,50/6,55.
-Target: 7,87 euro
-Negazione: 7 euro
-RSI (14): neutrale
BB Biotech
BB Biotech (+2,80%) balza nuovamente oltre la media mobile a 50 sedute, in transito a 42,80 circa, e punta al test in area 45 della neckline di un testa e spalle rialzista disegnato dai minimi di metà gennaio.

Oltre questa soglia lecito credere in un miglioramento del quadro grafico per obiettivi sui massimi dello scorso autunno a 55 circa. La violazione di area 40 comporterebbe invece la ripresa del downtrend per obiettivi a 35 circa, minimi di febbraio.
-Target: 55 euro -Negazione: 40 euro
-RSI (14): neutrale
Exprivia
Exprivia (+2,27%) dovrà lasciarsi alle spalle area 0,78/0,80 per inviare un segnale duraturo che permetta di riattivare lo slancio rialzista visto nel corso di febbraio.

Lecito in tal caso attendersi un allungo verso target a 0,82/0,83 e 0,87, massimi della scorsa estate. Con uno sforzo maggiore il titolo potrebbe allungersi fino al test a 0,91 circa della linea che scende dai massimi di marzo 2014. Pericolose invece discese sotto 0,73, supporto ripetutamente testato nelle ultime sedute e punto di passaggio della media mobile a 50 sedute.
-Target: 0,82 euro
-Negazione: 0,72 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento