-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 aprile 2016

Reinvestimento dei dividendi per crescite nel lungo termine

Reinvestiamo oggi gli ultimi dividendi incassati nei nostri portafogli, acquistando una nuova società considerata come uno dei leader mondiali nella produzione di motori diesel. Il titolo vanta un lungo track record di crescite dei dividendi e presenta secondo gli analisti ampi margini di crescita dalle attuali quotazioni di borsa. Nella seconda parte, dedicata al portafoglio ETF, aumentiamo l'esposizione sulle società internazionali ad alto dividendo, acquistando un particolare ETF che seleziona le cento società mondiali con la cedola più elevata. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata dal buon andamento dei nostri portafogli, che hanno fatto segnare i nuovi massimi del 2016, favoriti dal trend positivo degli indici azionari americani. In particolare, l'indice S&P500 ha chiuso venerdì scorso a 2080,73 punti, in rialzo di +2,64% nell'ultimo mese e +1,80% da inizio anno. In aggiunta ai recenti incrementi, nel corso delle ultime sedute abbiamo percepito numerosi dividendi che hanno contribuito ad alimentare la liquidità disponibile nei modelli. In questo contesto, approfittiamo oggi delle nuove cedole disponibili in cassa per acquistare un nuovo titolo per il portafoglio Top Analisti ed un nuovo ETF per il portafoglio ETF Italia. Questa metodologia di reinvestimento costante delle rendite percepite ci permette di sfruttare nel tempo il potente effetto generato dall'interesse composto. Non a caso, Albert Einstein definiva l'interesse composto come una delle forze più potenti della natura. Per comprendere meglio le potenzialità immaginiamo l'effetto palla di neve, che ha costruito nel tempo enormi ricchezze per investitori del calibro di Warren Buffett, Carl Icahn, Thomas Russo, etc. Prendendo una piccola palla di neve (dividendi) e facendola rotolare giù da una montagna, questa accumulerà progressivamente altra neve diventando sempre più grande fino ad assumere dimensioni enormi (effetto composto). Proviamo a fare un esempio pratico: un dividendo di soli 1.000 euro, reinvestito ad un tasso del 10% annuo (rendimento storico dell'indice S&P500), dopo 8 anni diventerà 2.158 euro, dopo 10 anni 2.593 euro e dopo 20 anni ben 6.727 euro. Ripetendo questa operazione ogni anno (1.000 euro reinvestiti tutti gli anni), dopo 20 anni si otterrebbe una capitale di 64.002 euro! Non si tratta di un esempio a caso: nel report di due settimane fa, abbiamo reinvestito tutta la liquidità disponibile da dividendi del portafoglio Top Analisti, pari a circa 2.000 euro, su una interessante società sottovalutata, leader mondiale dei motori diesel, costruendo il nuovo investimento utilizzando soltanto le cedole, senza esborsi di nuova liquidità. Nel (Londra:0E4Q.L - notizie) frattempo abbiamo accumulato ulteriori 1.900 dollari di dividendi che aggiungeremo oggi su questo nuovo titolo, che produrrà a sua volta un dividendo del 3,4% annuo, in costante crescita negli ultimi 10 anni. Ripetendo costantemente questa metodologia ad ogni incasso dividendi, otterremo nel tempo un potente strumento in grado di generare una rendita passiva crescente, anno dopo anno. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nel servizio online.
Top Analisti - Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di oltre 25 tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da 60 titoli, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di investimento suggerita per ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.
Nuova società a dividendo - Target +30% e 10 anni consecutivi di crescite della cedola
Principali motivazioni di acquisto:
Il primo elemento che evidenzia la sottovalutazione di questo titolo è il dividendo attuale, pari al 3,4% annuo. Storicamente, il dividendo si è mosso da un minimo dello 0,8% nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, ad un massimo del 3,4% nei periodi di maggiore sottovalutazione del titolo. Il dividendo attuale, pari al 3,4%, indica che il titolo si trova attualmente sotto la media storica. Per ritornare in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare di valore dai prezzi attuali di borsa.
Il secondo elemento è il price earning, attestato oggi a 14 volte gli utili attesi per l'anno in corso, contro una media di circa 15 volte negli ultimi 3 anni. Qualora l'andamento degli utili dovesse migliorare e attestarsi intorno ai 10 dollari per azione, con un price earning calcolato sulla media storica di 15 volte il titolo offre un potenziale pari a +30% dai valori attuali.
Il terzo elemento conferma i due precedenti. Il management della società ritiene il titolo fortemente sottovalutato. Su queste basi, ha varato recentemente un piano di Buy Back di azioni proprie sul mercato per oltre 500 milioni di dollari, con un ammontare deliberato pari al 3% di tutto il circolante da effettuarsi nel corso del prossimo trimestre.
Infine il prezzo di borsa, attestato attualmente ad un livello inferiore del 25% rispetto ai massimi toccati in maggio di due anni fa.
Descrizione del business: Fondata nel 1919 ed oltre 55.000 dipendenti la società opera in tutto il mondo nella produzione di motori diesel tra 23 e 2600 KW, per applicazioni su veicoli nei settori industriale, ferroviario, marino, difesa, petrolifero, gas ed energia. La società detiene il 78% del mercato dei camion per il trasporto su strada negli Stati Uniti, il 42% del mercato in India e il 17% del mercato in Cina. 
Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 10 anni consecutivi e non ha mai ridotto il dividendo negli ultimi 25 anni. Il dividendo attuale è pari al 3,4% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 40%. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Negli ultimi 10 anni il tasso di crescita del dividendo è stato pari al 27,9% annuo composto. Ipotizzando per il futuro gli stessi tassi di crescita conseguiti nell’ultimo quinquennio, tra dieci anni il dividendo potrebbe già superare il 10% annuo.
Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 10 anni la società ha incrementato gli utili ad un tasso pari a +11,3%. Per i prossimi 5 anni gli analisti stimano un andamento stabile degli utili.
Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a sole 14 volte gli utili attesi per il 2017. La capitalizzazione attuale è pari a 19,6 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 1 volta.
Performance in borsa: Dal 1 gennaio 1984 ad oggi il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +1088%, nonostante uno storno del 25% dai massimi toccati due anni fa. (fonte Yahoo Finance).
Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 19 analisti e broker che seguono il titolo è pari a 3 su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell). Sulla base dell'andamento del dividendo, attestato attualmente al 3,4% annuo, contro una media storica oscillante tra un 0,8% e 3,4%, il titolo presenta un potenziale elevato di apprezzamento per i prossimi anni. Qualora il price earning dovesse tornare sulla media storica di 15 volte gli utili, esiste un potenziale di +30% di crescita dai livelli attuali, che riporterebbe il titolo su valori già toccati in maggio di due anni fa.
Movimenti da fare per il portafoglio Top Analisti: Sulla base di queste valutazioni, utilizziamo il controvalore disponibile derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo in data di oggi ulteriori 16 azioni di questa nuova società, portando il controvalore totale a 38 azioni, con un controvalore totale pari allo 0,4% del portafoglio. Comprare in data di oggi il titolo fino a portarsi sulla percentuale suggerita.
ETF Italia – Questo particolare portafoglio è composto esclusivamente da oltre 20 tra ETF e fondi chiusi, tutti quotati sulla borsa di Milano e facilmente negoziabili con qualsiasi banca o intermediario di trading online. Con oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti e operazioni di trading limitate, il portafoglio ETF Italia costituisce un potente e comodo strumento in grado di abbinare una rendita annua crescente a potenziali incrementi del capitale investito nel medio lungo termine, con una composizione bilanciata di azioni, obbligazioni, fondi immobiliari, materie prime e metalli preziosi. La facilità di utilizzo dello strumento ETF permette di costruire portafogli fortemente diversificati anche con piccole disponibilità, puntando su aree del mondo in forte crescita o su comparti specifici difficilmente raggiungibili con investimenti diretti. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata chiaramente la percentuale di in Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento