-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 1 aprile 2016

Mercati europei in rosso, nel pomeriggio riflettori puntati sulle payrolls

Borse europee in rosso in attesa dei dati relativi l’andamento del mercato del lavoro statunitense a marzo. Per ora sono arrivate le indicazioni sotto le stime dell’indice giapponese Tankan: sceso a 6 punti nel caso del manifatturiero e a 22 in quello dei servizi. Ritorno sopra la soglia dei 50 punti per l’indicatore del manifatturiero cinese (50,2 punti) mentre il dato relativo Eurolandia è passato da 51,4 a 51,6 punti e quello britannico è salito da 50,8 a 51 punti. Nel pomeriggio, il tasso di disoccupazione Usa è visto stabile al 4,9% mentre il saldo delle payrolls dovrebbe superare le 200 mila unità. Sempre per quanto riguarda gli Usa, arriveranno gli aggiornamenti riguardo Pmi e Ism manifatturiero e spese per costruzioni. 
In corrispondenza del giro di boa il Ftse100 segna un -1,34%, il Dax scende dell’1,93% e l’Ibex lascia sul campo l’1,07% e il Cac40 registra un -2,07%. A livello di singole performance, +0,31% del Banco Santander che avrebbe intenzione di chiudere circa 450 sue agenzie in Spagna nel corso del 2016 (pari a circa il 13% della sua rete), e +4,11% per ThyssenKrupp in scia delle indiscrezioni secondo cui il gigante indiano Tata Steel sarebbe interessato a entrare nel gruppo siderurgico tedesco.



A Milano, dove il Ftse Mib quota di poco sotto la soglia dei 18 mila punti (17.923, -1,07%), spicca il buon andamento dei titoli legati al risparmio gestito (+2,1% di Anima, +3,26% per Azimut, +2,01% per Banca Generali, +1,35% di Banca Mediolanum) dopo che l'Esma (European securities and markets authority) ha confermato le “performance fee” agli attuali livelli. Misto il comparto bancario con il -1,65% del Banco Popolare, il +1,76% della Popolare dell’Emilia Romagna, il +0,57% della Popolare di Milano, il -0,73% di Intesa e la parità di UniCredit. 

Due velocità per Snam (-0,72%), penalizzata dalla bocciatura a “hold” da parte di Equita Sim, e Saras (+2,06%) che per il Credito Suisse è “outperform”. La chiusura di Marchionne ad un’alleanza con Peugeot Citroen (-2,82%) fa perdere a FCA, in attesa dei dati sulle immatricolazioni, l’1,1%. 

in collaborazione con www.finanza.com

Nessun commento:

Posta un commento