-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 25 aprile 2016

In calo i colossi del Nasdaq


Dow Jones e S&P500 tornano, anche se solo frazionalmente, a salire, ma è il Nasdaq oggi ad esser subissato dalle vendite che hanno colpito in particolare i titoli a maggior capitalizzazione.
Han fatto segnare ribassi consistenti titoli come Microsoft, Google, Facebook ed Amazon. Per quanto riguarda i primi due sono stati i dati trimestrali a deludere il mercato.
L’azienda di Bill Gates ha visto calare sia il fatturato che la redditività, Mountain View invece li ha incrementati, ma per il mercato non è bastato.
I titoli difensivi oggi hanno fatto il loro dovere, da segnalare in particolare i rimbalzi di Coca Cola, The Travelers e Verizon.

Nuovo massimo storico per Unitedhealth.
Movimentato anche il mercato valutario, il dollaro si è apprezzato in maniera considerevole rispetto all’euro, il cross è sceso a quota 1,1222 sui minimi dal 29 marzo scorso.
Un solo dato macro, ma decisamente importante, l’indice PMI manifatturiero è sceso a 50,8 punti, il livello più basso dal 2009.
Un campanello d’allarme ha suonato visto che ci siamo avvicinati pericolosamente alla soglia dei 50 punti, soglia che divide la crescita dalla contrazione dell’attività manifatturiera.
Dow Jones (+0,12%) rimbalzano Coca Cola (+2,02%), The Travelers (+1,88%) e Du Pont (+1,35%)
Crolla Microsoft (-7,17%), in calo anche Visa (-2,08%) e Nike (-1,08%).
S&P500 (+0,00%) salgono Conocophillips (+3,01%), Union Pacific (+2,65%) e 21st Century Fox (+2,19%)
Forti vendite anche se Alphabet (-5,41%), Starbucks (-4,88%) e Facebook (-2,54%).
Nasdaq (-0,80%) mettono a segno buone performances Endo Int.

(+6,75%), Dish Network (+3,45%) e Viacom (+2,87%).
Ancora una seduta particolarmente pesante per American Airlines (-4,50%), Liberty Media (-3,79%) e Norwegian Cruise (-2,62%).
Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro
Autore: Giancarlo Marcotti Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento