-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 22 aprile 2016

Il mancato accordo sul congelamento della produzione peserà sul petrolio


L’interesse per l’oro continuerà fino a quando non sarà fatta chiarezza sulle mosse della Fed. La scorsa settimana ha registrato un altro flusso di 180 milioni di dollari statunitensi negli ETP sull’oro, nonostante il metallo giallo abbia perso un po’ di terreno, portando gli afflussi totali da inizio anno negli ETP sull’oro a 1.8 miliardi di dollari statunitensi. La forza della domanda del metallo dovrebbe continuare fino a quando la Fed non farà maggiore chiarezza sulla prossima mossa.
Il profit-taking prima del meeting dei produttori di petrolio potrebbe essere seguito ancora da afflussi. Gli ETP sull’energia hanno registrato deflussi per 80 milioni di dollari statunitensi la scorsa settimana, quasi esclusivamente dagli ETP sul petrolio. La forte attività del mercato del petrolio prima della riunione dei produttori di petrolio interni ed esterni all’OPEC di domenica ha fatto salire sia il brent che il WTI oltre 40 dollari statunitensi al barile. I prezzi sono aumentati dell’11.2% e dell’11.4% rispettivamente la scorsa settimana fino a giovedì, sostenendo il profit taking e segnando i maggiori deflussi settimanali da aprile 2015. Nonostante l’elevata probabilità che l’assenza dell’Iran impedisca di siglare qualsiasi eventuale accordo, gli investitori stavano comunque prezzando un’intesa. È probabile che l’assenza di una linea comune per congelare la produzione determini un sell-off nel petrolio questa settimana. Riteniamo comunque che un prezzo del petrolio inferiore a lungo dovrebbe sostenere la crescita economica globale e la domanda dello stesso, dinamica che creerà un situazione di deficit sul mercato del petrolio, anche senza un taglio alle forniture. Gli afflussi negli ETP sul petrolio potrebbero tornare questa settimana con il calo dei prezzi.

E' aumentato l’interesse negli ETP sul paniere delle commodity. Tutti gli ETP sul paniere diversificato e settoriale delle commodity hanno registrato afflussi la scorsa settimana, per un totale di 53.5 milioni di dollari statunitensi. I panieri broad diversificati hanno ottenuto i maggiori afflussi netti, per 35 milioni di dollari statunitensi, seguiti dai panieri sui metalli preziosi (9.1 milioni) e da quelli sui metalli industriali (7.2 milioni). Commodity diverse tendono a essere guidate da fattori differenti, e un’esposizione a un paniere di commodity certamente permette agli investitori di cogliere il momentum e mitigare i rischi di ribasso specifici per ciascuna commodity.
Il miglioramento del sentiment verso i metalli industriali è lento ma indubbio. La scorsa settimana ha registrato i maggiori afflussi negli ETP sui metalli industriali da maggio 2015, per 29 milioni di dollari statunitensi, la maggior parte guidati dagli afflussi sugli ETP sul rame. Il settore delle commodity ha registrato afflussi continui e crescenti dall’inizio di marzo 2016, indicando che il momentum si sta lentamente ma certamente rafforzando. Sostenendo questo trend, gli ETP short sui metalli industriali hanno registrato deflussi crescenti al tempo stesso. Continuiamo a ritenere che quest’anno sarà un punto di svolta per i metalli, poiché ci attendiamo che il rame, il nickel e lo zinco siano in deficit quest’anno mentre la domanda dalla Cina resta solida.


Articolo a cura di Etf Securities

Fonte: www.finanzaoperativa.com

Nessun commento:

Posta un commento