-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 19 aprile 2016

Ftse Mib alle prese con un altro ostacolo. Cosa aspettarsi?


Nuova seduta in rialzo per le Borse europee che dopo la conclusione positiva di ieri hanno continuato a guadagnare terreno oggi, chiudendo gli scambi tutte con il segno più. Il Ftse100 è salito dello 0,81%, preceduto dal Cac40 e dal Dax30 che si sono apprezzati rispettivamente dell'1,32% e del 2,27%.

Ftse Mib alle prese con l'area dei 18.500 punti

Chiusura positiva anche a Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 18.447 punti, con un vantaggio dello 0,49%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 18.637 e un minimo a 18.344 punti.


L'indice ha mostrato quest'oggi una minore forza relativa rispetto agli altri listini europei, dopo aver incontrato l'ostacolo dei 18.500 punti che sembra aver frenato un po' la spinta rialzista.
L'impostazione del mercato in ogni caso non ha subito alcun mutamento e resta orientata al rialzo, motivo per cui ci attendiamo nelle prossime ore un nuovo test di area 18.500.

Con il superamento di questa resistenza il Ftse Mib si aprirà spazio per un allungo verso i recenti massimi in area 19.200/19.300, dove si potrebbe assistere ad una pausa prima di ulteriori allunghi nel breve. 
La mancata rottura dei 18.500 punti potrebbe far scattare delle prese di profitto e in tal caso l'attenzione andrà rivolta in prima all'area dei 18.000 punti e in estensione alla soglia dei 17.800 punti.
Il cedimento di quest'ultimo sostegno aprirà le porte ad una flessione verso i 18.000 punti in prima e in seguito in direzione di area 17.500, violata la quale ci sarà spazio per un test di area 17.000, la cui tenuta sarà essenziale per evitare approfondimenti ribassisti che andrebbero a rovinare il quadro tecnico del mercato.

I market movers in America e in Europa

Sul fronte macro Usa per domani è in agenda l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e ancor più rilevante sarà l'aggiornamento sulle vendite di case esistenti che a marzo dovrebbero salire da 5,08 a 5,26 milioni di unità.


Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report settimanale sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.
Sul fronte societario si segnalano i risultati del primo trimestre di Coca-Cola per i quali si prevede un utile per azione pari a 0,44 dollari.
Dopo la chiusura di Wall Street si guarderà ai conti di American Express e di Qualcomm che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un eps pari rispettivamente a 1,35 e a 0,96 dollari.
In Europa si guarderà nuovamente alla Germania dove sono attesi i prezzi alla produzione che a marzo dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,2%, in recupero rispetto al calo dello 0,5% precedente.


In tarda mattinata è previsto un discorso del presidente della BCE, Mario Draghi.
Da seguire in Germania l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2026 per un ammontare pari a 4 miliardi di euro, mentre in Portogallo saranno messi all'asta titoli con scadenza a 3 e a 11 mesi per un importo compreso tra 750 milioni e 1 miliardo di euro. 

I titoli sotto la lente a Piazza Affari

A Piazza Affari saranno da seguire i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa nel pomeriggio.


In agenda i risultati dell'esercizio 2015 di Pierrel e si segnala l'assemblea di Moncler per l'approvazione dell'ultimo bilancio e per il via libera al piano di di buy-back e all'aumento di capitale gratuito. 
Domani si riuniranno anche le assemblea di Tod's, Astaldi, Bonifiche Ferraresi, D'Amico International Shipping, Exprivia, Prima Industrie, Servizi Italia e Vianini Industria per il via libera ai dati di bilancio dell'ultimo esercizio.

Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento