-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 11 aprile 2016

Borse ancora in rialzo. Parte la stagione degli utili Usa


Dopo due giornate consecutive di lievi recuperi, le vendite sono tornate a fare capolino sulla piazza azionaria giapponese. L'indice Nikkei 225 ha aperto la nuova settimana con un calo dello 0,44%, frenato principalmente dall'ulteriore apprezzamento dello yen nei confronti del dollaro che nel corso della mattinata però sta tornando a recuperare terreno, riportandosi a quota 108,25.
Mattinata a due velocità per le Borse europee che dopo gli spunti positivi di venerdì scorso hanno avviato gli scambi in calo, salvo poi recuperare terreno e spingersi in territorio positivo.

Il Ftse100 si accontenta di un frazionale rialzo dello 0,05%, mentre procedono in maniera più convinta il Cac40 e il Dax30 che avanzano rispettivamente dello 0,35% e dello 0,77%.
Per la seduta odierna non sono previsti dati macro di rilievo in Europa e la giornata appare altrettanto scarna di eventi in America, dove è in agenda solo un discorso di William Dudley, presidente della Fed di New York.
Da segnalare che oggi sull'opposta sponda dell'Atlantico prenderà il via la nuova stagione delle trimestrali societarie che sarà inaugurata come di consueto da Alcoa.

Il gruppo alzerà il velo sui conti del primo trimestre di quest'anno dopo la chiusura di Wall Street e per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 0,03 dollari.
Intanto, al pari di quanto già accaduto venerdì scorso, Piazza Affari sale più degli altri mercati europei, con l'indice Ftse Mib in progresso dello 0,94% in area 17.650 punti.
A sostenere il mercato sono gli acquisti che interessano il settore bancario in attesa dello scudo del Governo che dovrebbe essere annunciato in serata.

Atteso il lancio di due veicoli, uno a garanzia degli aumenti di capitale e l'altro per rilevare i crediti non performanti degli istituti di credito.
In attesa di notizie ufficiali Banca Monte Paschi balza in avanti dell'8,5%, seguito da Banco Popolare che guadagna il 7,52%, mentre Ubi Banca e Banca Popolare di Milano salgono rispettivamente del 6,74% e del 5,9%.

In rialzo del 5,28% Unicredit, seguito da Banca Popolare dell'Emilia Romagna e Intesa Sanpaolo che crescono del 4% e del 3,4%, mentre Mediobanca progredisce del 3,17%.
Il rally messo a segno dal petrolio favorisce solo Saipem che avanza del 3,61%, mentre ENI e Tenaris calano rispettivamente dello 0,78% e dello 0,72%.
In ascesa dello 0,91% Mediaset dopo l'annuncio dell'accordo con Vivendi che prevede uno scambio azionario pari al 3,5% tra i due gruppi media e la cessione di Premium, la pay-tv del Biscione, ai francesi.
In calo dello 0,4% Telecom Italia sulla scia dei nuovi dettagli relativi all'investimento previsto da Enel per la fibra che ammonterebbe complessivamente a 4 miliardi di euro, di cui 2,5 miliardi per il cablaggio dei clusters A e B e altri 1,5 miliardi per le aree a fallimento di mercato, C e D. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento