-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 8 aprile 2016

Anima Holding: analisi tecnica della giornata

Scenario grafico in via di peggioramento per Anima Holding che si è portata a ridosso di area 5,50 euro e se ora i corsi dovessero archiviare la seduta al di sotto di 5,35 euro, verrebbero confermate le attese negative di medio/lungo periodo con un primo target a 5,10 euro; non lontano da un pericolo sostegno posizionato a 4,95 euro, la cui violazione farà scattare nuovi e forti ribassi (area 4,70 1° target).
Sul fronte opposto invece, il superamento di 6,90 euro rappresenterebbe un primo reale segnale di forza da parte dei corsi, che dovranno poi farsi trovare pronti per il confronto con la successiva resistenza presente a 7,23 euro. Il titolo negli ultimi sei mesi ha ceduto il 27%, negli ultimi 3 anni ha guadagnato il 38.4%.

Mercoledì scorso Mediobanca ha promosso Anima Holding a “Top pick”.

Medie mobili esponenziali:

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è inferiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA).
Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più ribassista possibile.
Il 2015 è stato un anno ricco di soddisfazioni per Anima, con dati eccellenti per quanto riguarda gli indicatori di bilancio ed una crescita organica che ha registrato il valore di raccolta netta più alto della storia del Gruppo.

In questo contesto va anche inserito l’accordo di collaborazione industriale con il Gruppo Poste Italiane che testimonia la nostra credibilità come gestore degli investimenti e fornitore di servizi di elevata qualità, nonché la capacità di crescere mediante un ampiamento dei canali distributivi.
L’anno in corso, che si è aperto con notevoli tensioni sui mercati finanziari, ha comunque visto un avvio molto positivo per Anima che può già contare su circa 4 miliardi di euro di raccolta netta nei primi due mesi, grazie al contributo rilevante della clientela istituzionale.

Anche per questo la società resta fiduciosa e che Anima saprà rafforzare nel 2016 il proprio ruolo di protagonista dell’industria dell’asset management in Italia.
Il Gruppo Anima è l’operatore indipendente leader in Italia dell’industria del risparmio gestito, con un patrimonio complessivo in gestione di oltre 69 miliardi di Euro (a fine febbraio 2016).
Sintesi di percorsi e specializzazioni differenti e complementari, il Gruppo Anima si presenta oggi con una gamma di prodotti e di servizi tra le più ampie a disposizione sul mercato. Il Gruppo Anima articola la propria offerta in fondi comuni di diritto italiano e Sicav di diritto estero.

Opera anche nel settore della previdenza complementare per aziende e privati, e in quello delle gestioni patrimoniali e istituzionali.
Autore: Pasquale Ferraro Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento