-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 1 aprile 2016

A Piazza Affari urge un risveglio del settore bancario


Dopo il buon rialzo di mercoledì le Borse europee sono tornate a perdere terreno, cedendo il passo ad alcune prese di profitto. Il Ftse100 si è difeso meglio degli altri con un ribasso più contenuto dello 0,46%, mentre il Dax30 e il Cac40 hanno ceduto rispettivamente lo 0,81% e l'1,34%.

Cruciale la tenuta di area 18.000 per il Ftse Mib

Ad avere la peggio è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare le contrattazioni a 18.116 punti, con una flessione dell'1,41%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 18.300 e un minimo a 17.971 punti.


L'indice ha avviato gli scambi già in calo e nel corso della seduta è sceso a mettere sotto pressione l'area dei 18.000 punti, violata parzialmente per poi essere riconquistata in chiusura di sessione.
La persistente negatività del settore bancario continua ad alimentare la pressione ribassista sul nostro mercato che mostra una minore forza relativa rispetto agli altri listini.
Un fattore che certo non aiuta visto che tale tendenza con buona probabilità sarà destinata a proseguire fino a quando non si avranno segnali di risveglio dai bancari.
Dal punto di vista tecnico sarà importante ora la tenuta di area 18.000, pena una prosecuzione delle vendite in direzione dei 17.800/17.700 prima e dei 17.500 in un secondo momento.

Con la perdita di quest'ultimo livello si assisterà ad un test di area 17.000, la cui tenuta sarà cruciale per evitare un ritorno sui minimi dell'anno a ridosso dei 16.000/15.800 punti.
Se il Ftse Mib riuscirà a difendere l'area dei 18.000 punti potrà tentare di dare vita ad un recupero che troverà un primo ostacolo in area 18.500.
Oltre questo livello ci sarà spazio per un allungo, previo superamento deli 18.700/18.800, verso area 19.000/19.200. 
Con la rottura di quest'ultimo baluardo si assisterà ad una ripresa del trend rialzista di breve, con una prosecuzione degli acquisti verso l'obiettivo dei 20.000/20.100 punti.

I market movers in America e in Europa

Per la prossima seduta sul fronte macro Usa è atteso il cruciale report sull'occupazione che con riferimento al mese di marzo dovrebbe restituire un tasso di disoccupazione invariato al 4,9%, mentre il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo è previsto a 200mila unità, in frenata rispetto alle 242mila di febbraio.


In calendario anche l'indice ISM manifatturiero che a marzo dovrebbe salire da 49,5 a 50,4 punti, mentre le spese per costruzioni a febbraio dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,2% rispetto al rialzo dell'1,5% precedente.
Da segnalare anche il dato finale della fiducia Michigan che a marzo è visto a 90 punti, in linea con la lettura preliminare e in calo rispetto ai 91,7 della versione definitiva di febbraio.

Prima dell'avvio degli scambi saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di BlackBerry dai quali ci si attende una perdita per azione di 0,09 dollari.
In Europa sarà diffuso il tasso di disoccupazione di febbraio atteso invariato al 10,3%, mentre il dato finale dell'indice PMI manifatturiero di marzo è visto a 51,4 punti, in linea con la lettura preliminare e in rialzo rispetto ai 51,2 punti di febbraio.
Lo stesso dato in Germania dovrebbe attestarsi a 50,4 punti, in lieve progresso rispetto ai 50,5 del mese precedente, mentre in Francia si prevede una conferma della lettura preliminare a 49,6 punti, in flessione in confronto ai 50,2 della versione definitiva di febbraio.
Da segnalare che per oggi è atteso l'aggiornamento del rating della Germania da parte di Fitch, mentre S&P si pronuncerà su quello della Spagna.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si conosceranno i risultati del primo trimestre di quest'anno di Mondo TV.

Da segnalare che per oggi è previsto il delisting di Enel Green Power, al posto del quale FinecoBank entrerà nel paniere del Ftse Mib. 
Da seguire Fca in attesa dei dati sulle immatricolazioni di auto in Italia con riferimento al mese di marzo.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento