-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 16 marzo 2016

Trend Italia ancora up: livello di supporto a 18.400. Occhio a questi titoli.

I mercati asiatici chiudono con ribassi frazionali in un contesto in cui fa la sua parte anche la  BoJ che riprende l’azione con nuovi stimoli monetari dopo che le attese relative agli effetti della politica dei tassi negativi adottata a gennaio ha avuto i suoi effetti.
Ribassi anche nel mondo delle  commodity con il petrolio che come da attese (vedere il laboratorio di ieri) prosegue una fase di  ritracciamanto iniziata ieri sull’onda delle news relative al fatto che l’Iran è pronto ad aumentare l’offerta.
 
Commento secco sull’Europa: parte incerta con pressione su titoli oil e settore lusso.
 
FtseMib trend: up con supporto in area 18.400
 
I titoli cui prestare attenzione nel corso della seduta odierna.
 
Accordi di alto livello per Campari
E’ di peso la notizia che Campari avrebbe siglato un accordo con i membri della famiglia azionista di Societé de Produits Manier Lapostolle per acquisire il controllo della società tramite un’Opa e per un’esclusiva per la distribuzione di Grand Marnier a livello mondiale.
 
MPS: diverse notizie da più fonti di stampa
Leggendo le Notizie di oggi de Il Sole 24Ore ci colpisce il commento che accompagna la notizia del rialzo del titolo sulla scia delle speculazioni di M&A: il Sole infatti sottolinea che al momento non sarebbe stata ancora individuata la strada per la sua messa in sicurezza. Sempre su Mps ma da fonte MF si apprende che Citi potrebbe essere l’advisor scelto dalla banca per la creazione di una piattforma per la gestione delle sofferenze.
 
Ancora BPER sulla falsariga delle notizie diffuse ieri
Sulla base di diverse fonti finanziarie si apprende che Banca Popolare E.R. ha messo in vendita diversi portafogli di non-performing loans (Npl), mutui e crediti corporate, per un ammontare complessivo di circa 900 milioni di euro.
 
CREDEM: dividendo 2015
Il Cda di Credito Emiliano ha approvato la proposta di distribuzione di un dividendo sull’esercizio 2015 di 0,15 euro per azione, stabile rispetto al 2014.
 
SARAS: dividendo 2015 
Dividendi anche in casa Saras. Il cda di Saras, infatti, ha approvato la proposta di distribuzione di un dividendo di 0,17 euro per azione, pari al 50% dell’utile netto adjusted 2015.
 
MARR: bilancio 2015
Ottimi risultati da Marr. l’azienda chiude in 2015 con un utile netto di 58,1 milioni di euro, con un crescita del 13,7% grazie anche ai proventi straordinari. Il cda proporrà un dividendo di 0,66 euro da 0,62 euro dell’anno precedente.
 
TAMBURI: bilancio 2015
Tamburi chiude l’esercizio 2015 con un utile netto prima delle imposte in calo e proporrà la distribuzione di un dividendo di 0,061 euro per azione.


Articolo a cura di Redazione itConsilium
Fonte: www.itconsilium.it

Nessun commento:

Posta un commento