-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 31 marzo 2016

Telecom Italia: il nuovo AD piace agli analisti. Scenari attesi


Una seduta a due facce quella odierna per Telecom Italia che, dopo aver chiuso la giornata di ieri con un calo inferiore al mezzo punto percentuale, quest'oggi ha inizialmente perso terreno, scendendo a segnare un minimo intraday a 0,935 euro. Da questo livello si è avuto un bel recupero che ha permesso al titolo di recuperare la flessione e virare in positivo, tanto che negli ultimi minuti passa di mano a 0,959 euro, con un progresso dello 0,52% e oltre 60 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 110 milioni di pezzi.


Telecom Italia, che occupa la seconda posizione nel paniere delle blue chips, sovraperforma il mercato, all'indomani dell'annuncio relativo alla nomina di Flavio Cattaneo, quale nuovo Amministratore Delegato del gruppo.

Equita e Icbpi apprezzano la nomina di Cattaneo

La notizia non ha colto di sorpresa il mercato visto che il nome era tra i più gettonati per prendere il posto di Patuano e la scelta di Cattaneo viene accolta con grande favore dagli analisti.

Gli esperti di Equita SIM segnalano che il nuovo CEO ha un track record positivo per quanto riguarda l’espansione dei margini anche attraverso investimenti che offrano soluzioni più efficienti e non solo attraverso il mero taglio costi,  caratteristica che ben si adatta alla realtà di Telecom Italia.
La SIM milanese ricorda che nel periodo in cui Cattaneo fu CEO di Terna dal 2005 al 2014, fu raddoppiato l’EBITDA e più che raddoppiata la RAB.

La creazione di valore passò anche dal costruttivo rapporto con l’autorità, elemento critico anche per Telecom Italia. 
Il fatto che negli ultimi due anni sia stato un attivo componente del Cda conforta sul fatto che abbia già maturato una elevata conoscenza dei temi rilevanti per il gruppo telefonico.
Gli analisti si aspettano che la strategia sia quella approvata col piano 2016/2018, che siano perseguite ulteriori efficienze, che sia valutata la joint-venture con Metroweb anche per accondiscendere a pressioni politiche.
Confermata così la view positiva su Telecom Italia che per Equita SIM resta un titolo da comprare con un prezzo obiettivo a 1,1 euro.
Un invito all'acquisto arriva anche da Icbpi che fissa un target price a 1,04 euro.

Gli analisti ritengono che il mercato dovrebbe valutare positivamente la nomina di Cattaneo in considerazione dei brillanti risultati da lui conseguiti e dell'attesa di una discontinuità nella gestione del gruppo. 
Secondo Icbpi, i primi dossier che Cattaneo dovrà gestire saranno nel breve Inwit e Metroweb.

La view di Bca IMI e Mediobanca

A puntare sulle azioni dell'ex monopolista italiano è anche Banca IMI che consiglia di aggiungere il titolo in portafoglio con un fair value a 0,97 euro.

Gli analisti sottolineano il buon track record di Cattaneo che depone bene per Telecom Italia in termini di esecuzione, ma l'aspetto più significativo della sua nomina è il fatto che il nuovo CEO sia sostenuto dall'azionista Vivendi.
Banca IMI si aspetta che l'arrivo di Cattaneo potrebbe influenzare alcuni dossier quali lo sviluppo dell'ultrabroadband in Italia, TIM Brasil e Inwit.
Gli analisti si aspettano inoltre che possano essere rivisti alcuni obiettivi del piano industriale presentato a febbraio, specie con riferimento al risparmio dei costi in Italia.
Non è da escludere che il nuovo AD possa accelerare il percorso di convergenza di Telecom Italia, coinvolgendo eventualmente Mediaset in un più ampio progetto guidato da Vivendi, anche se Banca IMI ritiene impraticabile questo scenario.
Infine, indicazioni bullish arrivano anche da Mediobanca Securities secondo cui Telecom Italia è destinato a sovraperformare il mercato con un target price a 1,32 euro.


Gli analisti apprezzano la nomina di Cattaneo quale nuovo AD visto che ha familiarità con le attività e le questioni del gruppo.
Le attese sono per ulteriori ottimizzazioni dei costi e Mediobanca crede inoltre che Cattaneo, sostenuto da un azionista stabile e attivo come Vivendi, abbia molte opzioni per sprigionare valore con riferimento ad alcuni temi chiave quali il Brasile, le torri e la conversione delle azioni di risparmio in ordinarie.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento