-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 7 marzo 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Moncler
Moncler (+3,48%) prova a dare seguito al rialzo intrapreso a inizio anno e si allunga fino a sfiorare i 15 euro.

Sebbene il superamento di 14,14 abbia gettato le basi per un recupero più duraturo, l'arrivo sul lato alto del canale che sale dai minimi del 7 gennaio impone prudenza. Oltre 15,15 le attese di rialzo troverebbero conferma per taret a 16 circa. Ritorno alla debolezza invece sotto 13,20, media mobile a 50 sedute, preludio a una rivisitazione dei minimi di gennaio 11,30 euro.
-Target: 16,00 euro
-Negazione: 13,20 euro
-RSI (14): neutrale
OVS
OVS (+2,56%) prova ad allontanarsi in chiusura di ottava dalla media mobile a 50 sedute, coincidente a 5,73 con la neck line di un testa e spalle rialzista disegnato dai minimi di metà gennaio.

Il titolo dovrà stabilizzarsi oltre 5,93, picco del 2 febbraio, per inviare segnali credibili di ripresa. Probabile in tal caso il test di 6,55 e 6,72, massimi di dicembre. Il mancato ritorno sopra 5,90/5,93 andrebbe invece interpretato com un indizio di debolezza e potrebbe preludere a un nuovo affondo verso 4,78/4,80.
Supporto intermedio a 5,20 circa.
-Target: 6,55 euro
-Negazione: 5,20 euro
-RSI (14): neutrale
Telecom Italia
Settimana da record per Telecom Italia (+2,26%) che guadagna oltre 10 punti percentuali. Il titolo ha quasi raggiunto il target del testa e spalle rialzista disegnato dai prezzi nel mese di febbraio, a 1,03 circa, ma potrebbe spingersi fino al test a 1,05 della linea tracciata dal picco dello scorso autunno.

Sarebbero invece pericolose invece discese sotto area 0,88, preludio ad approfondimenti verso i minimi di febbraio a 0,7965. Supporti successivi sui minimi di ottobre 2014 a 0,7365.
-Target: 1,05 euro
-Negazione: 0,88 euro
-RSI (14): neutrale
Ubi Banca
Pesante ribasso per Ubi Banca (-1,90%) che precipita sotto i minimi delle ultime due sedute, disegnando sul grafico un potenziale "bearish engulfing".
Per intravedere segnali di ripresa necessario il ritorno sopra i 3,95 euro per il test di 4,30, sebbene un concreto miglioramento giungerebbe oltre 4,90. Sotto il minimo del 19 febbraio a 3,238 invece atteso il ritorno a 2,82, minimo di febbraio.
-Target: 4,30 euro
-Negazione: 3,238 euro
-RSI (14): neutrale
Esprinet
Esprinet (+4,26%) torna a crescere dopo la pausa delle ultime due sedute.

A inizio ottava il titolo ha rotto al rialzo la linea tracciata dai top dello scorso aprile, a 8,20 circa, inviando un segnale di forza valido nel medio termine. L'eventuale superamento della resistenza successiva a 8,75/8,80 aprirebbe spazi di crescita verso almeno 9,05 euro. Poi fin sopra i 10 euro.
Ritorno alla debolezza invece nel caso di discese sotto area 8,20, minimo di giovedì, preludio ad approfondimenti verso 7,50.
-Target: 9,05 euro
-Negazione: 8,20 euro
-RSI (14): neutrale
Luxottica
Più ombre che luci sul grafico di Luxottica (-0,04%) che, dopo una rimonta degna di nota dai minimi di giornata a 48 euro, si riporta sui livelli di apertura.

La tenuta di 48 euro potrebbe offrire al titolo la sponda per un nuovo rimbalzo. Oltre area 54 si completerebbe poi il doppio minimo disegnato nell'ultimo mese, sebbene solo oltre area 56 verrebbero gettate le basi per un recupero più duraturo. Sotto area 48 atteso il test a 47,15 del 61,8% di ritracciamento del rialzo da ottobre 2014.
-Target: 56 euro
-Negazione: 48 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento