-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 18 marzo 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Eni
Eni (+1,80%) in ottima forma ma ancora sotto resistenze di rilevo.

Il titolo dovrà infatti lasciarsi alle spalle area 14 per completare il testa e spalle rialzista in formazione dai minimi di metà gennaio e confermare le intenzioni di crescita per obiettivi anche distanti dai livelli attuali, individuabili a 16 e 17 euro, rispettivamente il 50% e il 61,8% di ritracciamento del ribasso dai top di luglio 2014.
Ritorno alla debolezza invece se i prezzi dovessero piombare nuovamente sotto quota 12,88.
-Target: 16 euro
-Negazione: 12,88 euro
-RSI (14): neutrale
*ERG *
ERG (+1,4%) approfitta del rialzo del greggio per allungarsi fino ai top di febbraio a 11,65-11,67. Il movimento potrebbe proseguire fino al test di 12 circa, punto di intersezione del lato alto del canale che sale dai minimi di febbraio e della linea che scende dai massimi della scorsa estate.

La permanenza sopra area 11 potrebbe favorire la realizzazione di questo scenario. Rischio di riattivazione del ribasso sotto 10,55.
-Target: 12 euro
-Negazione: 10,55 euro
-RSI (14): neutrale
Hera
Hera (+1,26%) prolunga la reazione da area 2,48 fino al test a 2,60 circa della linea che scende dal picco di febbraio.
La permanenza dei prezzi al di sopra della media mobile a 100 giorni, base di partenza dell'ultimo rimbalzo, seguita dalla rottura di area 2,60, aprirebbe spazi di crescita verso almeno 2,72. Target successivo a 2,90 circa, calcolato proiettando l'ampiezza del triangolo simmetrico disegnato dai massimi di febbraio, una figura riconosciuta come elemento di continuazione dagli analisiti.

Discese sotto 2,46 euro darebbero invece il via libera verso i supporti presenti tra 2,30 e 2,35.
-Target: 2,72 euro
-Negazione: 2,46 euro
-RSI (14): neutrale
Snam
Snam (+2,88%) ha recentemente inviato un segnale di ripresa grazie al superamento della linea che unisce i massimi di febbraio con quelli di marzo, a circa 5 euro.
Il titolo potrebbe ora puntare al ritorno nel punto di origine della linea, a 5,195, per poi proseguire al rialzo verso taget a 5,25 e 5,275. Indicazioni negative invece sotto 4,85 supporto statico ma anche punto di passaggio della media mobile a 100 giorni. 
-Target: 5,25 euro
-Negazione: 4,85 euro
-RSI (14): neutrale
Banco Popolare
Pericoloso dietro front di Banco Popolare (-14,19%), sceso sotto i supporti in area 7.

Il titolo sta mettendo sotto pressione la base del box in cui oscilla da alcune settimane alimentando i timori di un ritorno sui minimi di febbraio a 6,30. Solo oltre 8,565 verrebbero allentate le recenti tensioni prospettando il ritorno a 9,10. Target successivo a 10 euro.
-Target: 9,10 euro
-Negazione: 7 euro
-RSI (14): neutrale
El.En.
El.En.
(-0,52%) si muove intorno ai 40 euro senza tuttavia riuscire a inviare segnali di ripresa convicenti. Il mancato superamento di 42,50, quota pari al 61,8% di ritracciamento del ribasso dal massimi di novembre, e la presenza di un "bearish engulfing" sul grafico giornaliero, potrebbero dunque favorire ripiegamenti diretti verso 39,55 e più in basso fino a 36,30.

Per sperare in una ripresa dell'uptrend necessario il superamento di 43,40, picco del 7 dicembre, per obiettivi a 46,70 e 48,60.
-Target: 46,70 euro
-Negazione: 36,30 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento