-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 31 marzo 2016

Piazza Affari risale la china, ma il tono di fondo non cambia


Conclusione positiva anche ieri per le Borse europee che, dopo aver lasciato al palo ieri la piazza milanese e quella londinese, hanno visto guadagnare terreno i principali indici del Vecchio Continente. Il Ftse100 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dell'1,59% e dell'1,6%, mentre il Cac40 si è apprezzato dell'1,78%.

Area 18.500 di Ftse Mib contiene la spinta rialzista

In luce verde anche Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib fermarsi a 18.375 punti, con un vantaggio dell'1,12%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 18.496 e un minimo a 18.256 punti.


L'indice delle blue chips ha avviato gli scambi già in salita e nel corso della seduta ha provato a spingersi in direzione dei 18.500 punti, l'avvicinamento dei quali ha fatto scattare alcune prese di profitto.
Il Ftse Mib continua a mostrare una minore forza relativa rispetto agli altri listini, tanto europei, quanto americani, rimanendo ingabbiato in un trading range sostanzialmente compreso tra i 18.000 e i 19.000 punti.

Sarà con la rottura di uno di questi due estremi che si assisterà ad una maggiore direzionalità del mercato, con possibilità di vedere dei movimenti anche rilevanti.
Con la riconquista di area 18.500 il Ftse Mib proverà ad allungare il passo verso i 19.000 punti, superati i quali ci sarà spazio per un'estensione rialzista in direzione dei 19.200/19.500 prima e dei 20.000 punti in un secondo momento.  
La mancata rottura dei 18.500 punti potrebbe favorire ripiegamenti verso area 18.000, sotto cui la discesa proseguirà con primo obiettivo i 17.500 punti e target successivo in area 17.000.

I market movers da seguire in America e in Europa

Per oggi sul fronte macro Usa si segnalano le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero rimanere invariate a 265mila unità.

Per l'indice Chicago PMI di marzo si prevede un rialzo da 47,6 a 49,5 punti. 
In agenda anche un discorso di Charles Evans, presidente della Fed di Boston, ma è previsto anche un intervento di William Dudley, numero uno della Fed di New York.
In Europa si conoscerà il dato preliminare dell'inflazione di marzo che dovrebbe mostrare una variazione negativa dello 0,1% su base annua, in recupero rispetto al calo dello 0,2% precedente.
Per la versione "core" si stima un rialzo dallo 0,8% allo 0,9%.
In Francia è atteso il dato preliminare dell'inflazione armonizzata di marzo, vista in calo dello 0,1%, in linea con la lettura di febbraio, mentre le spese per consumi familiari a febbraio dovrebbero mostrare una flessione dello 0,3% in confronto al rialzo dello 0,6% precedente.
In Germania sarà diffuso il tasso di disoccupazione di marzo, atteso invariato al 6,2%, mentre le vendite al dettaglio dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,6%, in frenata in confronto allo 0,7% precedente.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari saranno diffusi i risultati dell'esercizio 2015 di Fincantieri, Mediacontech e Sintesi e si segnala inoltre un'assemblea di Banca Carige per l'approvazione dell'ultimo bilancio, la nomina del Cda e la modifica dello Statuto. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento