-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 9 marzo 2016

Piazza Affari: probabile un giro sulle montagne russe con la BCE


La flessione di ieri è stata seguita quest'oggi da un timido tentativo di recupero delle Borse europee che hanno chiuso gli scambi in positivo ma con variazioni percentuali contenute. Il Dax30 e il Ftse100 sono saliti rispettivamente dello 0,31% e dello 0,34%, mentre il Cac40 ha guadagnato lo 0,49%. 

La palla passa ora alla BCE

La migliore performance è stata quella di Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 18.208 punti, con un vantaggio dell'1,06%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 18.369 e un minimo a 17.982 punti.


Grazia alla tenuta di area 18.000 il Ftse Mib ha provato ad allungare il passo in direzione dei 18.350 punti, ma è stato bloccato da questo livello, fermandosi in area 18.200.
L'attenzione è ora tutta rivolta all'appuntamento di domani con la BCE, in vista del quale è probabile che il mercato si mantenga cauto, per poi dare vita ad un'esplosione di volatilità subito dopo le indicazioni che arriveranno dall'Eurotower.

Consigliamo di monitorare al ribasso la soglia dei 18.000 punti,la cui rottura aprirà le porte ad una flessione verso i 17.700 e i 17.500 punti, oltre cui la discesa proseguirà in direzione di area 17.000.
Al rialzo il primo ostacolo è individuabile in area 18.450/18.500, rotta la quale ci sarà spazio per un'estensione rialzista in direzione dei 19.000 punti, con allunghi fin verso i 19.200/19.300 nella migliore delle ipotesi.


Consigliamo la massima cautela in vista del meeting della BCE e in particolare della conferenza stampa di Draghi, rimandando ad un momento successivo alla stessa l'apertura di nuove posizioni.

I market movers attesi in America e in Europa

In America domani è in agenda solo il dato relativo alle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero calare da 278mila a 272mila unità.
Prima dell'avvio degli scambi saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Dollar General dai quali ci si attende un utile per azione pari a 1,26 dollari.
In Europa si guarderà nuovamente alla Germania dove è atteso il dato sulla bilancia commerciale destagionalizzata di gennaio che dovrebbe mostrare un saldo positivo di 19 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 18,8 miliardi di dicembre.
In Francia si conoscerà la produzione industriale di gennaio, vista in rialzo dell'1,2% rispetto alla flessione dell'1,6% precedente.
L'evento clou sarà l'appuntamento con la BCE che dovrebbe lasciare invariati i tassi di interesse allo 0,05% e annunciare un taglio a più livelli del tasso sui depositi.
Da seguire con molta attenzione la conferenza stampa del presidente Mario Draghi da cui dovrebbero arrivare nuove misure di allentamento della politica monetaria.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari alzeranno il velo sui conti dello scorso anno Azimut Holding, Unipol e UnipolSai, oltre a diverse società a piccola e media capitalizzazione.

Nel dettaglio si tratta di: ASTM, Autogrill, Banca Generali, Brunello Cucinelli, Parmalat, Sias, Aeffe, Cementir Holding, Falck Renewables, Gefran, Massimo Zanetti BG, Vittoria Assicurazioni, Banca Profilo, Space2 e Zucchi.
Da seguire l'asta dei BOT con scadenza ad un anno per un importo massimo di 6 miliardi di euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento