-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 15 marzo 2016

Istituzionali short sui future azionari per 53 miliardi di dollari


Trainati dai mercati emergenti, i listini azionari mondiali mettono a segno un ulteriore rimbalzo: è la quarta settimana positiva consecutiva. Il bilancio rispetto ad inizio anno resta negativo, ma meno drammatico rispetto al minimo raggiunto a febbraio. Per una volta, Piazza Affari guida la riscossa delle borse, con una performance che ritraccia quasi la metà del danno prodotto dai massimi di dicembre. È interessante notare come l'ultima volta che l'indice MIB ha inanellato una sequenza di quattro settimane dal saldo superiore al 2%, risalga all'estate del 2012: soltanto che allora Draghi si pronunciò all'inizio di questa sequenza, non alla fine.

Ad ogni modo, con lo spunto di venerdì la borsa italiana si è portata a -11% dalla chiusura del 2015, e soprattutto a ridosso dello short stop settimanale. Anche l'Eurostoxx50, reduce dall'interessamento del supporto a 2700 punti, segnalato a suo tempo; flirta con il primo, significativo ostacolo di quello che salvo prova contraria resta un rally correttivo.

Obiettivamente il recupero dai minimi risulta superiore alle attese. Dal punto di vista temporale non abbiamo raggiunto il target di questo movimento, ben definito nella mappa previsionale. Dal punto di vista "spaziale" siamo andati oltre il percorso ottimale, il che suggerirebbe la possibilità di una correzione. Non da subito, però: le sedute che precedono il FOMC tipicamente si rivelano benigne per gli investitori, e crediamo che le prossime 72 ore non faranno eccezione. Se debolezza sarà, essa risulterà localizzata alla seduta odierna: tipicamente quest'anno il lunedì ha prodotto una performance media del -0.5%.

Sullo sfondo, però, permangono alcune criticità: se il mercato avesse realmente svoltato, come mai gli istituzionali sono short sui future azionari nella misura più consistente (53 miliardi di dollari) da agosto 2007?


Gaetano Evangelista
www.ageitalia.net

Nessun commento:

Posta un commento