-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 15 marzo 2016

Gli Stati Uniti non sono pronti ad un nuovo rialzo dei tassi

L'economia statunitense sta mostrando segnali contrastanti di una moderata crescita. Il recente rilascio di dati economici dipinge un quadro misto sulla previsione economica. In questo articolo, vorrei provare ad analizzare il futuro economico, esprimendo la mia opinione sul fatto che la Fed probabilmente alzerà i tassi di interesse, visti gli ultimi dati economici.
Sarà interessante osservare quali saranno le dichiarazioni del FOMC a proposito delle ritrovate prospettive di inflazione e alla luce della salita di oltre il 45 % dei prezzi del petrolio e di alcune materie prime.

Immagino che tutte le preoccupazione presenti nelle ultime dichiarazioni dei vari governatori regionali, il problema dei mercati non esiste più visto il solito "pilotato" poderoso rimbalzo di Wall Street.
Credo che la ripresa globale rimanga instabile è in gran parte dovuta a numeri di produzione deboli.
L'aumento dell'inflazione è uno dei segnali di crescita economica, dato che si verifica un aumento generale del prezzo dei beni e servizi solo quando c'è abbastanza domanda per spingere i prezzi in alto.
Un altro punto importante sono gli utili societari i quali rappresentano il principale driver di lungo periodo per il prezzo delle azioni.

Un’altra ragione per la quale sono cauto nel mio outlook è che gli utili hanno raggiunto il livello più alto nel terzo trimestre del 2014 e sono da allora calati del 5% circa, frenati dal rafforzamento del dollaro, come per esempio le vendite di Apple (AAPL), dall’indebolimento dell’economia internazionale e dalle difficoltà dell’industria energetica.
Il grafico qui sopra mostra l'inflazione negli Stati Uniti nel 2015/2016, come possiamo notare si stanno spostando lentamente verso l'alto, soprattutto grazie alle migliori condizioni dell'occupazione e un costante aumento del reddito disponibile.

Nel grafico sotto infatti possiamo notare la crescita del reddito disponibile.
Le piccole imprese hanno riassunto la maggior parte dei dipendenti rispetto alle imprese medie o grandi.
Tuttavia, se si analizzano i dati, vedremmo che anche se l'occupazione è aumentata nella maggior parte dei diversi settori dell'economia, il settore manifatturiero ha visto un calo di 9.000 dipendenti. Questo può anche essere dovuto all'attuale indice manifatturiero è la visualizzazione di un outlook negativo rispetto allo scorso anno.

L'ultimo livello dell'indice era 50.90 a gennaio, al di sotto delle stime di 51. L’economia è ancora in crescita, ma la manifattura statunitense è in recessione. La produzione industriale è calata in 12 degli ultimi 14 mesi ed è ora negativa dallo scorso mese di novembre.
La produzione industriale è salita dello 0,9% grazie al forte settore delle vendite automobiliste, che è stata una sorpresa, come la previsione di consenso intorno allo 0,4%.

Tuttavia, credo che i dati di febbraio non saranno buoni come quello di gennaio. Prevedo una riduzione della produzione industriale dello 0,3% su base annua a causa di un calo delle utility e settore minerario.
Per quanto riguarda i tassi, risulta quindi interessante vedere cosa farà la FED, l'America non ha mai visto un periodo di tassi così bassi per così tanto tempo.
La Fed vede un aumento nel settore industriale come un indicatore importante di una economia che può crescere senza entrare in un aumento inflazionistico. Mi aspetto un calo della produzione del settore industriale con maggiori capacità inutilizzate, e quindi, credo che questo indicatore impedirebbe alla Fed di alzare i tassi di interesse ora.
A mio avviso, un dollaro debole, sarebbe di buon auspicio per l'economia americana sotto diversi aspetti.

In primo luogo, ridurrebbe la pressione al ribasso sulle esportazioni. In secondo luogo stabilizzerà i prezzi delle materie prime, col rafforzamento del dollaro avremmo una pressione al ribasso sui prezzi delle materie prime. Infine, tenendo in considerazione il tasso di interesse tagliato da parte della BCE, secondo la mia analisi l'economia americana sarebbe in svantaggio se la Fed alzasse i tassi di interesse ora.
Sul lungo periodo comunque sono destinati inevitabilmente a salire.
Autore: Dominosolutions.it Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento