-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 22 marzo 2016

Eur/Usd: analisi Candle Model

Nel meeting di politica monetaria di settimana scorsa la Banca centrale americana ha fatto capire che i tassi di interesse non saliranno per ora, in risposta  ragionata alle turbolenze finanziarie che in gennaio e febbraio (sino a metà) hanno lasciato il segno.
Nei prossimi tempi sarà ancora la tensione dell’elastico temporale che si frappone al prossimo rialzo dei tassi a spingere il Biglietto verde in ulteriore debolezza o a favorirne la ripartenza.
Intanto va annotato come dopo il Fomc il Dollaro si sia indebolito, portando ad oltre il 5% il bilancio del suo arretramento accumulato in 4 mesi.
L’evoluzione rialzista del cambio Eur/Usd, in aspetto di progressione trattenuta da ripensamenti nei corsi, avviene in prosecuzione di validità dei Modelli  attivi.
Il Boomerang superiore, così come il Doppio Boomerang superiore (che del primo è una versione estesa), è il Modello in corso sul cambio e che si conferma sin qui aderente alla traiettoria di intermittente apprezzamento che si propaga nel quadrante superiore dello spazio grafico impegnato dal cambio da un anno a questa parte. Modello – quello del Boomerang superiore − rilevato in prosecuzione di attività  da diverse settimane, e da ultimo alla vigilia della riunione Fomc (vedi il precedente report del 14/3 al linkhttp://www.traderlink.it /analisi/analisi-candle-model/eur-usd-analisi-candle-model_160749PPDTZGDHC ).
Da annotare come la base del Boomerang superiore settimanale si colloca a 1,0775, quasi sovrapponibile all’origine (a 1,0775) dello stesso Modello in versione estesa  che vige al momento nel quadro giornaliero
Ma procediamo per gradi nell’aggiornamento della lettura operativa con l’analisi Candle Model, iniziando dal più dinamico segnale di breve (desunto in grafico giornaliero), per giungere poi, dopo il settimanale, sino a quello del più ampio quadro mensile.
 
Eur/Usd in grafico giornaliero
 
La porzione di settimana prima dell’appuntamento di politica monetaria Usa era stata all’insegna di un assestamento del cambio Eur/Usd, in parziale arretramento dopo il precedente allungo rialzista, quello post Bce.
Sopra area 1,13 il cambio tra giovedì e venerdì sorso è andato in avvicinamento e perlustrazione  dell’area di massimo relativo registrato l’11 febbraio 2016 (massimo a 1,1376).
In tale area si colloca un momento di verifica  circa la maturità del Modello in corso, unDoppio Boomerang superiore, la cui traiettoria ideale corrisponde ad un movimento ascendente − da cui inizia gradualmente ad essere reduce il cambio – abbinato all’ipotesi di una successiva discesa sino alla base della struttura grafica stessa, a 1,07 e ¾ (per un approfondimento del Modello di Boomerang e Doppio Boomerang fare riferimento al capitolo 11 del libro L’analisi Candle Model, - Selftrading editore, 2015).
Ora l’osservazione Candle Model si trova impegnata a rintracciare l’eventuale giro di boa dei prezzi, stante il fatto che la traiettoria ideale non inibisce la possibilità di ulteriore apprezzamento del cambio, prima della successiva fase di ritorno verso la già area di ripartenza.
Nella traduzione in termini operativi degli elementi a diposizione, occorrono allo stato indizi più consistenti rispetto a quelli a diposizione per decretare archiviata la fase ascendente del cambio.
La struttura complessa del Modello in corso nel grafico giornaliero di Eur/Usd, per poter considerare ultimata la fase rialzista del  movimento vigente attende la comparsa di un Modello avverso – dunque ribassista –  o accoglie  in contributo parziale le indicazioni di debolezza definibili di “contesto”,  che possano derivare ad esempio nel caso specifico da un segnale di debolezza nel quadro settimanale (vedi sezione relativa), o da quello intraday a 8 ore (qui non rendicontato), reiterando insomma il suggerimento inserito in report passato di mettere in campo momenti integrativi di osservazione, per meglio intercettare il passaggio di consegne tra la parte rialzista del movimento (quella in corso) del Boomerang e la successiva, attesa di orientamento opposto.
 
 
 
Cambio Eur/Usd: grafico giornaliero – Trend/segnale in corso  − fonte grafico:Marketscope 2.0 – FXCM Italia
 
Eur/Usd in grafico settimanale
 
La settimana appena archiviata attiva un momento di verifica rispetto al Modello diBoomerang superiore in corso, scaturito dalla seconda ripartenza rispetto allo spazio grafico compreso tra 1,0710 e 1,0853.
Il monitoraggio per il mantenimento o meno della proposta rialzista (in aderenza della prima fase del Boomerang superiore) permarrà da questo avvio di ottava sin tanto i prezzi restino sotto 1,1376, e si snoderà sulle rilevazioni delle chiusure di seduta, a partire da quella di stasera a NY. Nello specifico, per la giornata odierna è possibile già associare ad una chiusura sotto 1,1200-1,1220 la perdita del segnale rialzista, utile tale indicazione per il ritorno in aspettativa di debolezza, con stop a 1,1380, nel caso.
 
 
 
 
Cambio Eur/Usd: grafico settimanale – Trend/segnale in corso  − fonte grafico:Marketscope 2.0 – FXCM Italia
 
Eur/Usd in grafico mensile
 
La dinamica mensile del cambio Eur/Usd si presenta interessante nell’osservazione associata al prossimo epilogo di mese nel caso in cui marzo si concluda tra 1,1216 e 1,1714, con quest’ultimo livello inviolato al rialzo.
L’evento grafico descritto metterebbe sotto osservazione il Trend/segnale rialzista di calibro mensile (da Modello StopTrend), esitante nello slancio nei primi due mesi del 2016, e per questo rimodulabile nella sua intensità in presenza di indicazioni di calibro settimanale avversa. La revisione in senso rialzista del Trend/segnale mensile era avvenuta  a 1,08 e ¾ in finale di settimana del 4 dicembre 2015.
Resta − quello in grafico mensile − un terreno grafico  in cui il cambio sta tentando nuovamente un distanziamento dal lato della forza rispetto alle medie di sfondo più veloci, dopo che un medesimo tentativo era rientrato nella seconda parte di febbraio.
Più in alto, a 1,15 pende ora un livello dinamico che promette un tentativo di prima opposizione all’ascesa mensile del cambio.
Stop protettivo (e reverse a ribasso) dell’indicazione rialzista mensile su Eur/Usd a 1,0450, appena sotto il minimo fatto registrare in marzo 2015.
 
 
 
Cambio Eur/Usd: grafico mensile – Trend/segnale in corso  − fonte grafico: Marketscope 2.0 – FXCM Italia


Con piacere riferisco della mia partecipazione quest’anno a ITForum come relatore: una onorata presenza nella più importante manifestazione italiana dedicata al trading e agli investimenti.
Insieme agli organizzatori sto lavorando alla preparazione di questa nuova edizione 2016, con tanti momenti didattici GRATUITI di affiancamento che seguiranno nei prossimi mesi.                                      .
Nell’edizione 2016 vorremmo investire ancor più sul pubblico, avviando un nuovo modo di fare ITForum: MyITForum.                      .
Con MyITForum ti vogliamo protagonista dell'organizzazione didattica; a tal riguardo vorremmo conoscere quali sono gli argomenti che ti interessano!
Insieme a noi, per la prima volta, sarai non solo un semplice spettatore, ma potrai contribuire attivamente a migliorare la tua formazione, aiutandoci ad avviare al meglio i nuovi Percorsi Formativi, che ti accompagneranno fino all'appuntamento annuale con la due giorni di maggio, e anche oltre.
Compilando questo sondaggio ci fornirai informazioni preziose per organizzare al meglio i percorsi…sono poche semplici domande, ti basteranno 2 minuti per rispondere a tutte, collegandoti al link


http://www.itforum.it/questionario-myitforum/?F=FQTSW7IHDFZA



 
Autore: Giacomo Moglie

Nessun commento:

Posta un commento