-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 4 marzo 2016

Europa in lieve recupero, Piazza Affari in rosso con le banche


La settimana si chiusa bene per leBorse asiatiche che hanno guadagnato terreno alla vigilia dei lavori della sessione annuale del Parlamento cinese. Lo Shanghai Composite ha guadagnato lo 0,5%, ma è riuscito a fare ancora meglio l'Hang Seng che è salito dell'1,2%.
Conclusione positiva anche in Giappone dove il Nikkei 225 ha terminato gli scambi in progresso dello 0,32%.
Il Governato della Bank of Japan ha affermato che non sta considerando un ulteriore taglio dei tassi di interesse, ma al contempo ha dichiarato che la Banca Centrale è pronta ad ampliare la politica monetaria. 
Le indicazioni sui tassi hanno allontanato le speranze di nuovi interventi in occasione della prossima riunione in agenda a metà marzo.
In positivo le Borse europee che dopo la pausa di ieri riprendono la via dei guadagni, pur muovendosi con una certa cautela.

Il Ftse100 sale dello 0,37%, seguito dal Cac40 e dal Dax30 che si apprezzano dello 0,22% e dello 0,17%.
Per la seduta odierna non sono previsti dati macro in Europa, dove è probabile che gli investitori si muovano con cautela in attesa del cruciale report sull'occupazione Usa previsto nel primo pomeriggio.

La cautela è anche dettata dall'approssimarmi dell'appuntamento con la BCE la prossima settimana, quando saranno annunciate nuove misure in materia di politica monetaria.
Non riesce a sintonizzarsi con l'andamento positivo delle altre Borse europee Piazza Affari che, dopo essere stata l'unica a chiudere gli scambi in salita ieri, cede il passo alle prese di profitto.

L'indice Ftse Mib ha avviato gli scambi in salita e dopo aver provato ad avvicinare l'area dei 18.500 ha cambiato direzione di marcia e ora si presenta al di sotto dei 18.150 punti con un ribasso dell'1,24%.
In Italia è stato diffuso il dato finale del PIL del quarto trimestre del 2015 che ha evidenziato una variazione positiva dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti, in linea con le previsioni, e dell'1% in confronto allo stesso periodo del 2014.
Tra le blue chips in controtendenza troviamo Telecom Italia che continua a salire e si spinge oltre la soglia di 1 euro con un rialzo dell'1,85% dopo che l'autorità delle telecomunicazioni argentina avrebbe dato il via libera alla vendita a Fintech della quota detenuta dall'ex monopolista in Telecom Argentina.
In ascesa dell'1,6% Moncler dopo che il gruppo ha chiuso il 2015 con un fatturato in crescita del 27% a 880 milioni di euro, a fronte di un utile netto in rialzo del 29% a 167,9 milioni di euro.


Nel settore del lusso recupera terreno Luxottica che dopo le recenti perdite sale di poco più dell'1%. 
In rialzo dello 0,47% Atlantia chiamato oggi a presentare i risultati dell'esercizio 2015.
Tornano le vendite sui bancari che dopo i recenti progressi cedono il passo alle prese di beneficio.
Ubi Banca lascia sul parterre il 5,69%, seguito da Banco Popolare e Unicredit che flettono del 4,32% e del 3,98%, mentre Banca popolare dell'Emilia Romagna, Banca Popolare di Milano e Banca Monte Paschi viaggiano tutti in rosso di oltre il 3,5%. Intesa Sanpaolo e Mediobanca arretrano del 2,87% e del 2,61%.
In calo dello 0,44% Banca Mediolanum dopo che il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di Silvio Berlusconi contro l'obbligo di cessione della quota oltre il 9,9%.
Sul fronte macro Usa oggi sarà reso noto il dato relativo alla bilancia commerciale di gennaio che dovrebbe attestarsi a -43,1 miliardi di dollari, in lieve recupero rispetto al rosso di 43,36 miliardi della lettura precedente.
In agenda il report sul mercato del lavoro che in riferimento al mese di febbraio dovrebbe mostrare un tasso di disoccupazione invariato al 4,9%.

Il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo è atteso a 195mila unità, in rialzo rispetto alle 151mila della rilevazione precedente.
Prima dell'apertura di Wall Street si conosceranno i risultati degli ultimi tre mesi di Staples, con un eps atteso di 0,28 dollari. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento