-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 25 febbraio 2016

Sotto La Lente Dell'Analisi Tecnica: attese e obiettivi sui principali titoli


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti al principale indice di benchmark italiano, il FTSE MIB, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Tenaris
Tenaris (-4,62%) accelera verso la base del rettangolo disegnato dai minimi di gennaio a 8,55.

La violazione di questo riferimento confermerebbe il trend ribassista di fondo dispiegando gli effetti del rettangolo di continuazione per target a 7,70 e 7,17. Solo la rottura decisa delle resistenze presenti in area 9,95 scongiurerebbe questo scenario anticipando un allungo dei prezzi verso 10,60, minimo di metà dicembre e 11,30, linea che scende dai top di settembre 2014.
-Target: 10,60 euro
-Negazione: 8,55 euro
-RSI (14): neutrale
*ERG *
Segno positivo per ERG (+1,85%) nonostante il nuovo calo del greggio.

Il titolo si mantiene tuttavia poco al di sopra dei minimi di inizio mese a quota 10,55 confermando un orientamento al ribasso. La permanenza sopra tali minimi dovrà essere seguita dal superamento della media mobile a 50 sedute in transito a 11,64. Rischio di riattivazione del ribasso sotto 10,55.
-Target: 11,64 euro
-Negazione: 10,55 euro
-RSI (14): neutrale
Salvatore Ferragamo
Ferragamo (-4,54%) accelera al ribasso dopo aver fallito a inizio ottava il confronto con la resistenza a 21,50/21,60.

Il ritorno sotto quota 20 rischia ora di anticipare la riattivazione del movimento ribassista attivo dai top della scorsa estate per obiettivi ben al di sotto dei recenti minimi a 18,50, toccati a gennaio e a febbraio, verso i minimi pluriennali a 17,60. Nella direzione opposta solo la rottura di 21,60 aprirebbe spazi di crescita per target a 23,50.
-Target: 23,50 euro
-Negazione: 18,50 euro
-RSI (14): neutrale
YNAP
La reazione che YNAP (-5,63%) ha intrapreso dai minimi di inizio mese a 23,35 si è interrotta bruscamente dopo il doppio test della resistenza a 27,30 circa.

Necessario il superamento di questa soglia per dimostrare la volontà di reagire alle recenti tensioni ribassiste per obiettivi a 28,20, minimo del 18 gennaio, poi in area 30. Pericolose solo discese sotto 25,35 preludio al ritorno a 23,35.
-Target: 28,20 euro
-Negazione: 25,35 euro
-RSI (14): neutrale
La Doria
La Doria (+3,20%) ha recuperato circa il 61,8% del ribasso dai top di novembre, a circa 11,90.
Il ritorno in pianta stabile oltre questo ostacolo, avvalorato dalla rottura di un fascio di medie mobili a 100 e 200 sedute in transito poco sopra i 12 euro, invierebbe un forte segnale di ripresa con i prezzi che potrebbero ambire al test di 13,60. Il mancato superamento di area 12 favorirebbe invece nuovi ripiegamenti verso area 10,20 e 8,75 circa, minimi di settembre.


-Target: 13,60 euro
-Negazione: 11,00 euro
-RSI (14): neutrale
Diasorin
Diasorin (+1,56%) si riaffaccia sui massimi di inizio febbraio a 49,57, una resistenza significativa oltre la quale potrebbe ambire a un nuovo test del massimo storico a 51,45 raggiunto a inizio dicembre.
Il mancato superamento di area 50 comporterebbe invece l'avvio di una fase di debolezza che sotto 46,10 potrebbe ricondurre i prezzi in area 42. Sotto questo sostegno rischio di deterioramento del quadro grafico preludio al test dei supporti importanti a 37,40. 
-Target: 51,45 euro
-Negazione: 42 euro
-RSI (14): neutrale
(CC)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento