-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 23 febbraio 2016

Saipem: non spaventa il rischio overhang. Buone notizie da ENI


Un bell'avvio di settimana per Saipem che dopo aver chiuso la seduta di venerdì scorso con un ribasso di quasi sei punti percentuali, quest'oggi ha vissuto una giornata speculare. Il titolo, che ha occupato una delle prime posizioni nel paniere del Ftse Mib, si è fermato a 0,35 euro, con un rally del 5,84% e volumi di scambi estremamente vivaci visto che a fine sessione transitate sul mercato oltre 107 milioni di azioni, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a poco meno di 29 milioni di pezzi.

Il consorzio di garanzia sottoscrive circa il 12% del capitale

Saipem continua a rimanere sotto i riflettori dopo che venerdì sono stati diffusi i risultati definitivi dell'aumento di capitale.

Nel periodo di offerta iniziato il 25 gennaio e conclusosi l'11 febbraio, sono stati esercitati 385.871.894 diritti di opzione per la sottoscrizione di 8.489.181.668 azioni, pari all'87,8% del totale delle azioni offerte, per un controvalore complessivo di 3,073 miliardi di euro.
Per completare l’operazione di aumento di capitale da 3,5 miliardi di euro, il consorzio di garanzia interverrà sottoscrivendo poco più di 1,179 miliardi di azioni Saipem, per un controvalore complessivo di circa 427 milioni di euro.
Secondo gli analisti di Equita SIM l'inoptato rappresenta un potenziale overhang per il titolo, per il quale viene confermata la raccomandazione "hold" con un prezzo obiettivo a 0,58 euro.

Buone notizie dal fronte industriale

Buone notizie intanto sono arrivate dal fronte industriale visto che ENI ha comunicato che è stato completato l’iter autorizzativo per lo sviluppo del giacimento gas di Zohr in Egitto.


Il piano di sviluppo prevede l’inizio della produzione entro fine 2017, con un progressivo fino a raggiungere un volume di circa 75 milioni di metri cubi di gas al giorno entro il 2019. Per la realizzazione di un progetto di queste dimensioni in tempi così rapidi si farà affidamento principalmente ad alcune società contrattiste tra cui Saipem.
Equita SIM ritiene che l’Egitto rappresenti un’area di potenziali nuovi contratti per la società, soprattutto nella divisione offshore E&C.

La view di Bca Akros e di Icbpi

Non si sbilanciano neanche i colleghi di Banca Akros che su Saipem mantengono invariato il rating "neutral", con un prezzo obiettivo a 0,4 euro dopo la notizia relativa alla sottoscrizione di azioni per 427 milioni di euro da parte del consorzio di garanzia dell'aumento di capitale.


Gli esperti di Banca Akros al momento preferiscono rimanere cauti su Saipem, in quanto le prospettive del settore oil service restano difficili. 
Infine, Icbpi sul titolo mantiene rating e target in revisione, segnalando che alla luce dell'andamento delle quotazioni nel corso dell'ultima settimana, costantemente al di sotto del prezzo di esercizio a 0,362 euro, era scontato che i diritti rimasti inoptati, seppure fossero stati collocati in Borsa, rimanessero non esercitati.

Secondo gli analisti l'ingresso delle banche del consorzio nel capitale espone il titolo ad un significativo rischio di stock overhang nel medio periodo.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento