-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 24 febbraio 2016

Piazza Affari pronta al rimbalzo, ma non fatevi incantare


Non si ferma la discesa delle Borse europee che anche oggi hanno perso terreno dopo la flessione della vigilia. Il Ftse100 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dell'1,59% e dell'1,96%, mentre il Dax30 ha lasciato sul parterre il 2,64%.

Ftse Mib di nuovo in pesante ritirata

Non molto diversa da quest'ultima la conclusione di Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 16.719 punti, con un ribasso del 2,59%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 17.230 e un minimo as 16.587 punti.


L'indice ha provato a dare vita ad un timido recupero nelle battute iniziali, ma i venditori hanno subito assunto il comando. Ceduta la soglia dei 17.000 punti, la discesa ha trovato un seguito fino ad un passo dai 16.500 punti, con successivo rimbalzo poco sopra i 16.700 punti.
Con la tenuta di questo support, per quanto non così rilevante, il Ftse Mib potrebbe avviare un recupero in direzione dei 17.000 e dei 17.200 punti.
Oltre quest'ultimo livello ci saranno buone probabilità di assistere ad un rialzo verso i 17.500 punti, superati i quali l'indice punterà dritto all'obiettivo dei 18.000 punti.
Se le quotazioni non riusciranno a riportarsi al di sopra dei 17.000 punti sarà reale il rischio di una prosecuzione delle vendite verso i 16.500 prima e in seguito in direzione dei 16.000 punti, con eventuali estensioni ribassiste sui minimi di periodo in area 15.800/15.700.
La volatilità del mercato si conferma elevata e per quanto non siano da escludere nuovi rimbalzi nel breve, gli stessi andranno sempre identificati semplicemente come tali, senza lasciare spazio ad una affidabile operatività long per il momento.

I market movers in America e in Europa

Per domani sul fronte macro Usa si segnalano le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 262mila a 272mila unità.

Per gli ordini di beni durevoli di gennaio le stime parlano di una variazione positiva del 3%, in rialzo rispetto alla flessione del 5% precedente, mentre al netto della componente trasporti si avrà un progresso dello 0,4% contro il calo dell'1% di dicembre. 
Un agenda un discorso di James Bullard, presidente della Fed di St.Louis, ma a prendere la parola sarà anche Dennis Lockhart, a poca della Fed di Atlanta e parlerà anche John Williams, presidente della Fed di San Francisco.
Prima dell'apertura di Wall Street saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Best Buy dai quali ci si attende un utile per azione pari a 1,39 dollari.

A mercati chiusi l'attenzione si sposterà su Baidu.com e Gap che dovrebbe consegnare un eps pari a 6,62 e a 0,57 dollari.
In Europa si conoscerà il dato finale dell'inflazione di gennaio che dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,4% su base annua, mentre per la versione "core" si stima un rialzo dell'1%.
In Germania sarà diffuso il dato finale dell'inflazione armonizzata di gennaio vista in calo dell'1% in linea con l'indicazione preliminare, mentre la fiducia dei consumatori dovrebbe calare da 9,4 a 9,3 punti.


In Italia si conoscerà la fiducia dei consumatori di febbraio vista in flessione da 118,9 a 118 punti, mentre la fiducia delle imprese a febbraio dovrebbe passare da 103,2 a 102,5 punti.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire Tenaris sulla scia dei conti che saranno diffusi questa sera dopo la chiusura di Wall Street.
Domani Ansaldo STS e Geox presenteranno i risultati del 2015, mentre Danieli quelli del primo semestre dell'esercizio 20'15-2016. 
Da seguire l'asta dei BOT a sei mesi che saranno offerti per un ammontare pari a 6,25 miliardi di euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento