-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 23 febbraio 2016

Piazza Affari getta le basi per nuovi allunghi


La nuova settimana è partita con il piede giusto per le Borse europee che hanno guadagnato tutte terreno, sostenute anche dai segnali positivi arrivati da Wall Street. A fine giornata il Ftse100 è salito dell'1,47%, preceduto dal Cac40 e dal Dax30 che si sono apprezzati rispettivamente dell'1,79% e dell'1,98%.

Nuovi spunti rialzisti oltre quota 17.500 di Ftse Mib

Ad indossare la maglia rosa è stata Piazza Affari che ha visto li Ftse Mib fermarsi sui massimi intraday a 17.504 punti, con un rally del 3,52%, dopo aver segnato un minimo a 17.127 punti.


L'indice ha avviato gli scambi già in salita e dopo aver riconquistato la soglia dei 17.200/17.250 punti, ha allungato ulteriormente il passo, spingendosi in area 17.500 già avvicinata durante la prima settimana di febbraio.
Il superamento dei 17.500/17.600 punti sarà un segnale positivo per il Ftse Mib che potrà allungare il passo verso area 18.000.
Oltre questa soglia ci sarà spazio per apprezzamento in direzione dei 18.500 prima e dei 19.000/19.200 in un secondo momento. 
Un'evoluzione di questo tipo contribuirà ad allentare la pressione in vendita sul nostro mercato senza tuttavia modificare la struttura ribassista dello stesso.
Eventuali ritorni al di sotto dei 17.500 punti potrebbero proiettare nuovamente i corsi verso i 17.200 e i 17.000 punti, sotto i quali la discesa proseguirà in direzione dei 16.700 e dei 16.000.

L'eventuale abbandono di quest'ultima soglia porterà il Ftse Mib ad un nuovo test di area 16.000, con possibili estensioni ribassiste fin verso i 15.800/15.700 nella peggiore delle ipotesi.
La struttura tecnica del mercato è in fase di lieve e progressivo miglioramento e non escludiamo ulteriori recuperi nel breve, ma consigliamo di muoversi sempre con una certa cautela visto che il trend dominante si conferma ribassista al momento.

I market movers in America e in Europa

Per domani sul fronte macro Usa si segnala l'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa.

Ancor più rilevante sarà l'indice S&P Case Shiller che a dicembre dovrebbe mostrare un rialzo del 5,8% su base annua, in linea con la lettura del mese precedente.
Per le vendite di case esistenti a gennaio si stima una rilevazione pari a 5,35 milioni di unità in calo rispetto ai 5,46 milioni di dicembre.
La fiducia dei consumatori a febbraio dovrebbe calare da 98,1 a 96,8 punti. 
In agenda un discorso di Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis, oltre al quale prenderà la parola anche Richard Fisher, ex numero uno della Fed di Dallas.
Prima dell'avvio degli scambi saranno diffusi i risultati degli ultimi tre mesi di Home Depot e di Macy's che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 1,1 e a 1,89 dollari.

Per le trimestrali di Office Depot e di Toll Brothers le stime parlano di un eps pari a 0,11 e a 0,41 dollari.
In Europa si guarderà alla Germania dove sarà diffuso l'indice IFO che a febbraio è visto in calo da 107,3 a 106,8 punti, mentre il dato finale del PIL del quarto trimestre del 2015 dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 03%, in linea con la lettura preliminare.

In Francia si conoscerà l'indice della fiducia delle imprese che a febbraio è atteso invariato a 102 punti.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari saranno diffusi i risultati completi dell'esercizio 2015 di Banca Popolare di Milano e di Intesa Sanpaolo, mentre Salini Impregilo alzerà il velo sui dati preliminari dello scorso anno.    
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento