-
.....................

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 25 febbraio 2016

Il sell-off di Shanghai e Shenzhen trascina al ribasso Hong Kong (Hang Seng -1,58%)

La seduta è stata sostanzialmente di recupero per i mercati dell'Asia, se si considera il guadagno dell'1,41% del Nikkei 225 (e la chiusura comunque in positivo di Sydney e Seoul), ma a fronte dell'ennesimo sell-off che ha colpito Shanghai e Shenzhen la tendenza è decisamente in segno meno. Lo Shanghai Composite ha registrato una perdita del 6,41% portando a oltre il 22% il deprezzamento da inizio 2016.
Appena meglio ha fatto lo Shanghai Shenzhen Csi 300, scivolato del 6,14% al termine degli scambi, mentre è stato addirittura del 7,34% il crollo dello Shenzhen Composite, già in negativo mercoledì (seppure di appena lo 0,12%). Per gli addetti ai lavori, l'ennesimo scivolone delle piazze cinesi è il risultato di diversi fattori, a partire dalle prese di profitto.

Spaventano, però, anche le attese per una stretta alla liquidità del sistema finanziario da parte di Pechino e l'imminente ondata di Ipo dopo che le autorità di mercato in novembre avevano annunciato la fine della sospensione dei collocamenti (decisa in estate in occasione di un precedente sell-off abbattutosi su Shanghai).
E il tracollo ha spinto al ribasso anche Hong Kong, che venerdì e sabato ospiterà i ministri finanziari del G20. L'Hang Seng ha infatti chiuso in perdita dell'1,58% (peggio ha fatto l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, deprezzatosi del 2,35%).
(RR)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento